Carabinieri di Montepulciano arrestano a Sinalunga un rumeno per aver percosso la convivente, anche lei rumena, provocandole la frattura di una costola

Una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Montepulciano ha arrestato  a Sinalunga , presso lo scalo ferroviario, un uomo di origini rumene che aveva aggredito la convivente, anche lei di origini rumene. Era stata la donna a richiedere soccorso,chiamando il 112 e  denunciando un’aggressione da parte del convivente. Giunti sul posto i militari hanno soccorso la donna e hanno bloccato il presunto aggressore. Svolgendo i primi accertamenti i Carabinieri hanno appurato che la vittima era una 52 enne (U.M ) di origine rumene, così come l’uomo di anni 46(G.M). I due, senza fissa dimora, risultano vivere in Italia da diversi anni. La donna ha dichiarato ai militari di essere stata percossa dal compagno e quindi di  avvertire un forte dolore alla parte sinistra del torace, causatole dai ripetuti colpi di un oggetto di plastica. La vittima è stata prontamente accompagnata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di  Nottola,ove le è stata  riscontrata la frattura della V° costola sinistra  con una prognosi di 30 giorni . All’origine dell’aggressione, stando alla versione fornita dalla donna, un motivo futile: il suo uomo l’avrebbe percossa perché lei avrebbe bevuto gran parte di una bottiglia di vino lascandone poco per lui. Come hanno appurato i militari l’uomo non è nuovo a manifestazioni violente nei confronti della sua compagna; infatti già il 26 dicembre 2016 era stato denunciato all’AG di Siena per maltrattamenti e lesioni,e nei primi mesi del 2017, dopo essere stato arrestato, era stato sottoposto dal Tribunale di Nuoro alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa avendo picchiato la stessa donna e avendole procurato delle lesioni.In questa circostanza, vista la flagranza del reato, la reiterazione della condotta violenta e la gravità dei fatti, l’uomo è stato arrestato e ristretto nella casa Circondariale di Siena.