Castiglion Fiorentino: la Federcaccia premia i cacciatori più “grandi”

In occasione delle festività del Natale la sezione castiglionese della Federcaccia ha omaggiato i  tesserati “più grandi”, con oltre 60 anni di attività, di una targa ricordo per la loro attività in seno all’associazione. “Nell’occasione degli auguri di fine anno abbiamo voluto ringraziare i nostri soci nati tra il 1925 e il 1935, tra questi anche Girolamo detto “volpino” di 92 anni, che contribuirono alla nascita delle sede della Federcaccia a Castiglion Fiorentino” dichiara Silvano Pierozzi, consigliere provinciale Federcaccia e responsabile del distretto di caccia al cinghiale. Hanno ricevuto la targa: Girolamo Miniati, Francesco Senserini, Anacleto Caporali, Eligio Crocchi, Ugo Cirelli, Aldo Argentelli e Oliviero Tosi. L’attività dei cacciatori va al di là dell’ambito venatorio, tant’è che tutti insieme si sono adoperati anche per la ripulitura del Parco delle Comunanze.“Da quando seguo l’ambiente venatorio, ho scoperto un mondo di grande collaborazione sia per le questioni che riguardano la caccia che la salvaguardia dell’ambiente” dichiara Sauro Bartolini, consigliere delegato alla caccia.