Chiusi: il lago è in sicurezza. Per tutta la notte il sindaco Bettollini, i tecnici e gli operai del comune hanno lavoratori per bloccare il gasolio fuoriuscito da una vecchia cisterna e finito nel torrente di Montelungo

sbarramento-gasolio-medium sbarramenti-gasolio-mediumDi Leonardo Mattioli

Ci hanno lavorato tutta la notte ma alla fine ci sono riusciti a mettere in sicurezza il lago di Chiusi . Non vi entrerà mai quella  massa di gasolio che era finito nel torrente di Montelungo e che, se non bloccata, sarebbe andata a inquinare il “chiaro” chiusino. Comunque, come ha informato il sindaco Juri Bettollini, i lavori non sono finiti ; ci vogliono ancora un paio di giorni per mettere in sicurezza il lago bonificando e ripulendo tutto il torrente dove sono stati già costruiti tre sbarramenti.  Nel frattempo è stata individuata e chiusa la foratura di una vecchia cisterna della zona artigianale da dove era fuoriuscito il gasolio. Ancora non si sa se una foratura prodotta dall’usura del tempo e da altri inconvenienti. Comunque è stata messa in sicurezza e non costituisce più un pericolo. I tecnici della protezione civile guidati dal responsabile Franco Boschi e gli operai del comune vi stanno ancora lavorando e stanno monitorando tutto il percorso del torrente , che costeggia il sentiero della bonifica, facendo attenzione che non sia sfuggita, durante i lavori, qualche macchia oleosa. Cosa che sembra impossibile vista la tempestività dell’intervento e l’impegno profuso da tutta la  “squadra” messa in piedi dal primo cittadino.