Cortona: da dieci anni  il primo giorno dell’anno inizia al Maec. Archeologia, Arte, Gastronomia, Musica tutto in un unico luogo

Quest’anno il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona festeggia la straordinaria iniziativa che con crescente entusiasmo di pubblico ed operatori ha caratterizzato la nostra città negli ultimi  dieci anni.  Un evento di successo ideato ed organizzato da Terretrusche  con il prezioso sostegno dell’Amministrazione Comunale e dell’Accademia Etrusca, nonchè  di oltre 35 operatori aderenti alla rete degli Amici del Maec , la rinnovata partecipazione  dell’associazione Cuochi Arezzo  e di ospiti speciali della Valdichiana Aretina e Senese . Il Museo di Cortona ritiene infatti fondamentale rimanere aperto il giorno di Capodanno,  quando la maggior parte dei musei –  anche nazionali – resta chiuso, per dar vita a un’iniziativa di livello  tale da attirare  da ogni parte d’Italia visitatori che scelgono di passare le vacanze di fine anno nella cittadina  etrusca anche per partecipare a questo evento.
Negli anni  la Colazione al Museo è divenuto ormai un appuntamento atteso dagli amanti del buon gusto e del buon vivere: l’occasione per degustare in un ambiente unico e raffinato le eccellenze del nostro territorio, per far colazione con prodotti rinomati, per scambiarsi gli auguri nelle sale del magnifico palazzo Casali,  sede del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, di fatto uno dei musei archeologici più importanti della Toscana che custodisce tesori unici quali il lampadario Etrusco, la Tabula Cortonensis, la Musa Polimnia,  il Tempietto Ginori e celebri opere del cortonese Gino Severini. Quest’edizione festeggia un anniversario importante: 10 anni insieme !Nelle sale del prestigioso Museo le  tavole vestite di candelabri e composizioni sono  riccamente imbandite coi prelibati prodotti enogastronomici;  le eccellenze Toscane  proposte tutte insieme in degustazione  per un incredibile brunch di capodanno: la Chianina, la Cinta Senese, il Pecorino DOP,  la Finocchiona DOP,  il Pane Toscano DOP,  l’alta Pasticceria con cornetti caldi e torte del buon augurio, i grandi Vini di Cortona con la Strada dei Vini e il Consorzio Vini, il Metodo Classico Baldetti e Baracchi Winery, la  Caffetteria Pascucci, Latte e prodotti  Mukki dei migliori  allevamenti Toscani, le centrifughe di verdura e frutta a km zero di Coldiretti Arezzo e Campagna Amica proposte dalla Dott.ssa Barbara Lapini con la Banda dei Piccoli Chef.Nel corso della colazione al Museo del primo Gennaio 2018, la Direzione del Museo organizza una visita guidata al Tempietto Ginori  recentemente restaurato ed  al Mercurio prestato dal Bargello, per consentire a tutti i visitatori di godere fino in fondo di una delle opere più significative e di una delle mostre più importanti del 2017.Si è infatti conclusa la mostra “La fabbrica della Bellezza: la manifattura Ginori e il suo popolo di statue”  organizzata nella scorsa primavera dal Museo Nazionale del Bargello di Firenze – alla quale l’Accademia Etrusca e il Maec hanno partecipato con l’invio del “tempietto” Ginori , uno dei simboli del Museo Cortonese. La direzione del Bargello, l’Accademia Etrusca ed il Comune di Cortona hanno inteso non solo mostrare alcuni fra i maggiori capolavori della manifattura che tanto lustro ha dato all’arte italiana, ma anche aprire una finestra sul destino del Museo di Doccia, chiuso ormai da molti anni, e della stessa fabbrica, il cui futuro appare incerto a causa di drammatiche  vicende industriali ed economiche.Di altissimo livello anche  la musica dal vivo che riecheggerà nelle sale del Museo: “Dal Jazz AL Pop” del gruppo “Afterchristmasquartet” composto da grandi nomi del panorama musicale quali Federico Carnevali: chitarra, Anna Rossi: voce, Giulio Angori: basso, Claudio Cuseri batteria.E’ volontà del Comune di Cortona e del Maec perpetuare negli anni a venire questo tradizionale appuntamento e allora, proprio in occasione del decimo anno, verrà lanciato il tema della Colazione 2019 quando arriveranno a Cortona, per essere esposti e poi degustati, i migliori Panettoni dell’Arte Pasticcera Italiana. In anteprima abbiamo il piacere di esporre già quest’anno “Otto Spicchi” il panettone  dello chef stellato Paolo Gramaglia del  President di Pompei, caro amico di Cortona .