Distretto turistico Etruria meridionale: sono diventati 37 i comuni che vi hanno aderito. Scaramelli, “così si possono ottimizzare risorse e attrarre investimenti per accrescere suo valore turistico”

Salgono a 37 i Comuni del #Distretto Turistico dell’#Etruria Meridionale istituito dal Ministero dei Beni culturali e del Turismo nel maggio del 2016- Il distretto riunisce vari comuni di #Toscana#Lazio e #Umbria. Gli ultimi comuni toscani ad entrare sono stati  i Comuni di Abbadia San Salvatore (SI), Civitella Paganico (GR), Magliano (GR), Pienza (SI), Cinigiano (GR), Roccalbegna (GR), Santa Fiora (GR) Scansano (GR) Pitigliano (GR) Sorano (GR) e Gavorrano (GR). “Un territorio ricco di cultura, storia, archeologia e borghi storici che si estende –ha ricordato il consigliere regionale del Pd Scaramelli – nel sud della Toscana in un bacino di circa 600.000 residenti. L’ azione strategica condivisa consentirà di ottimizzare risorse, e attrarre finanziamenti e contributi per accrescere il valore turistico dell’intera toscana meridionale”. Ad oggi i Comuni Toscani del Distretto Turistico Etruria Meridionale sono: Provincia di #Arezzo: Civitella in Val di Chiana, Castiglion Fiorentino, Cortona, Lucignano, Foiano della Chiana. Provincia di #Grosseto: Castel del Piano, Grosseto, Castiglion della Pescaia, Semproniano, Capalbio, Monte Argentario, Roccastrada, Civitella Paganico, Magliano, Cinigiano, Roccalbegna, Santa Fiora, Scansano. Provincia di #Siena: Castelnuovo Berardenga, Rapolano Terme, Asciano, Sinalunga, Monteroni d’Arbia, Trequanda, Murlo, Torrita di Siena, Montepulciano, Monticiano, San Quirico d’Orcia, Chiusi, Chianciano Terme, Castiglione d’Orcia, Sarteano, Cetona, San Casciano dei Bagni, Abbadia San Salvatore, Pienza.