E’ nato il Comitato  promotore della fusione tra i  Comuni di Asciano e Rapolano Terme. Domani sera il primo incontro pubblico al Teatro Verdi di Serre di Rapolano

Si svolgerà domani sera alle 21 presso il Teatro Verdi di Serre di Rapolano il primo di una serie di incontri organizzati dal neonato Comitato  promotore della fusione tra i  Comuni di Asciano e Rapolano Terme.”Lo scopo – dichiarano i promotori –  è quello di raccogliere le firme necessarie alla  indizione del referendum consultivo che permetterà alla popolazione dei due Comuni di  pronunciarsi sul futuro assetto del territorio”.Ma fondamentale per il Comitato, che si è formato dal basso in modo assolutamente trasversale rispetto agli schieramenti politici, è soprattutto una campagna di informazione sui benefici che deriverebbero dalla nascita del nuovo Comune che diventerebbe, per estensione, il più vasto della Provincia di Siena.La nuova realtà avrebbe una popolazione di circa 12.300 abitanti che permetterebbe all’area delle Crete Senesi di avere la forza ed il peso necessario per rapportarsi con le istituzioni centrali diventando, di fatto, uno dei Comuni  più importanti a livello provinciale e raggiungendo una posizione di primo piano a livello sia regionale che nazionale.  “A questo – aggiunge il Comitato – vanno sommati gli incentivi nazionali e regionali legati al processo di fusione, che aprirebbero un capitolo segnato da nuove possibilità”.