Fusione Comuni:Marco Casucci (Lega), “i comuni devono esser concretamente sostenuti e non fusi assieme”

Dal consigliere regionale della Lega Marco Casucci riceviamo pubblichiamo

“I piccoli e pittoreschi borghi toscani col passare del tempo rischiano, purtroppo, di scomparire e capiamo benissimo, dunque, l’accorato appello del Sindaco di Castiglione d’Orcia che evidenzia come la mancanza di servizi sul luogo, porti poi le persone a spopolare luoghi come quello che amministra.” “Voglio ricordare a tuttil’articolo 5 della nostra Costituzione che indica come via maestra la “promozione delle autonomie locali…. ed attua il più ampio decentramento amministrativo, adeguando i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento” “Insomma tutto o quasi il contrario di quello che, viceversa, solitamente avviene in luoghi come la stessa cittadina del senese.” “Tra l’altro unitamente a Hubert Ciacci, nostro referente di zona-la tanto decantata, dal Pd, fusione dei Comuni come panacea a tutti i mali, in realtà non risolve le criticità, ma, se caso, le amplifica(valutiamo, dunque, con prudenza, fin da adesso l’ipotesi di fondere assieme San Quirico, Pienza, la stessa Castiglione d’Orcia e Radicofani)” “Da sempre noi siamo i paladini del fatto che i cittadini debbano essere i principali ed unici protagonisti di determinate decisioni che li riguardano direttamente(leggi, appunto, l’argomento fusione) e quindi auspichiamo che la politica entri in campo solamente per sostenere concretamente e tempestivamente chi, come il Primo cittadino della Val d’Orcia, chiede maggiore rispetto per i suoi amministrati.”