Pd: Andrea Valenti è il nuovo segretario provinciale del Pd. Scaramelli ,”opposizione leale ma non regaleremo nulla”

Andrea Valenti, 41 anni di Campiglia d’Orcia, è il nuovo segretario provinciale del Partito democratico. Valenti è stato eletto oggi dall’assemblea provinciale  del partito ottenendo 160 voti contro i 94 di Massimo Bernazzi (una scheda bianca). L’elezione di Valenti, espressione della sinistra cosiddetta “orlandiana” del Pd evidentemente arricchitasi lungo il percorso congressuale, è arrivata dopo un lungo periodo servito a svolgere i congressi comunali di tutta l’area territoriale interessata : Periodo durante il quale non sono mancate polemiche, anche feroci, soprattutto all’interno della componente “renziana” per via di alcune  schede  ritenute non regolari e presentate a sostegno del candidato Michele Cortonicchi di Torrita di Siena, poi escluso dalla “corsa”. Ma questa discussione dai toni molto alti all’interno della componente “renziana” non ha evidentemente giovato all’altro candidato di ispirazione “scaramelliana-renziana”, Massimo Bernazzi  che, nonostante i suoi frequenti richiami al dialogo per l’unità del partito, ha pagato questa divisione nell’anima considerata maggioritaria del Pd, cioè in quella “renziana”. Probabilmente la differenza l’ha fatta anche la componente che si richiama a Raffaella Senesi, sindaco di Monteroni, che con i suoi 34 delegati ha sicuramente fatto l’ago della bilancia convergendo su Valenti arrivato al congresso provinciale con i suoi 128 voti (poi ne ha presi 160) contro i 114  delegati conquistati da Bernazzi.  In effetti, secondo alcune voci, la Senesi dovrebbe diventare la vice segretario provinciale del partito. Il leader dei “renziani” senesi Stefano Scaramelli (nella foto con Bernazzi), consigliere regionale,  ha riconosciuto la sconfitta rivendicando la “coerenza”  nel non aver voluto fare accordi con nessuno, ha fatto gli auguri a Valenti “da oggi anche il mio segretario”  avvertendo che farà”opposizione lealmente ma senza regalare nulla”. Questo  di seguito il post di Scaramelli: “Ci abbiamo creduto #insieme. Ci abbiamo messo anima, cuore e onestà! Siamo stati coerenti con noi stessi nel rispetto dei principi che ci eravamo dati avevamo detto che avremmo parlato con tutti ma mai fatto accordi con nessuno. C’è chi li ha fatti e nel farli ha riportato le lancette indietro di 20 anni la politica delle TerrediSiena. Avevamo detto che avremmo potuto perdere ma che non avremmo mai perso la nostra dignità. A testa alta e a viso scoperto andiamo avanti e di cuore ringrazio Massimo di aver accettato la proposta del nostro gruppo di correre per la segreteria provinciale del Pd. A lui il merito dell’impegno profuso, abbiamo perso questa sfida ma nel contempo te hai vinto la sfida più grande della tua vita pochi mesi e a me il compito di averti ridato nuova vita per la promessa che ti avevo fatto solo pochi anni fa quando ti dissi che ti avremmo aspettato e che appena guarito saresti tornato in prima linea al nostro fianco. Della tua guida, della tua esperienza e della tua saggezza sappiamo entrambi che io per primo ne avevo bisogno cosi come il nostro gruppo. Continueremo ad averne bisogno domani. Si può perdere una sfida ma mai la dignità. Stasera quando tornerò a casa e parlerò con Maddi e Lori a loro dirò sì, abbiamo perso, ma potete essere orgogliosi della lealtà con cui vostro padre ha vissuto la sua sfida. Andrea Valenti è il nuovo segretario del Pd senese, da oggi è anche il mio e nostro segretario. A lui e alla squadra che andrà a comporre faccio un sincero in bocca al lupo. Noi faremo opposizione, sappiate che saremo leali ma non regaleremo nulla perché le TerrediSiena hanno diritto a sognare un futuro e non a tornare nel passato. #congressoPd”.