Sarteano: controlli di Nas e Commissione vigilanza Asl  alla Casa di riposo comunale. Sindaco Landi,” confermata la buona gestione della struttura

I Nas (Nuclei antisofisticazioni e sanità dei Carabinieri) e la Commissione di vigilanza e controllo della Asl hanno eseguito un controllo a sorpresa, i questi giorni, alla Casa di riposo – Residenza sanitaria assistenziale di Sarteano (ex Onpi). “A fine giornata, dopo un’approfondita verifica dei requisiti funzionali e organizzativi della struttura, tutto – sottolinea una nota dell’amministrazione comunale – è stato giudicato in regola: non sono stati riscontrati elementi di criticità per quanto riguarda la gestione e il funzionamento della struttura”.“Ringrazio tutti i dipendenti della nostra casa di riposo per la professionalità con la quale svolgono il loro lavoro – commenta il sindaco Landi –come dimostrano le ispezioni (questa è la quarta in pochi mesi), spesso provocate dagli esposti di un consigliere di minoranza. Capisco non sia semplice lavorare con questo clima di sospetto, ma sottolineo che per l’ennesima volta le autorità ispettive se ne vanno facendo i complimenti ai dipendenti e alla struttura.”. Il Comune di Sarteano gestisce una Residenza sanitaria assistenziale, autorizzata al funzionamento per 42 posti per ospiti non autosufficienti e 18 posti per autosufficienti. La struttura è stata aperta nel 1976 dall’Opera nazionale pensionati d’Italia (la ex Onpi) e trasferita al Comune di Sarteano dal 1 aprile 1979. Da allora è sempre stata gestita dal Comune. La Rsa assicura alle persone inserite assistenza infermieristica, assistenza riabilitativa, assistenza di base alla persona. “Sull’attenzione che dedichiamo ai bambini e agli anziani, si misura il grado di civiltà e la qualità della vita di una comunità – aggiunge l’assessore al sociale Donatella Patané -;  in questa ottica, cerchiamo di lavorare al meglio per garantire servizi e assistenza alle cosiddette fasce deboli della popolazione”.