Sarteano: per la prima volta  una donna al vertice della Pro Loco , si chiama Federica Nisi. Tra i suoi obiettivi quello di rivalutare al massimo il patrimonio naturalistico del borgo

Di Leonardo Mattioli

 

Per la prima volta nella sua lunga storia una donna è stata eletta al vertice della Pro Loco di Sarteano. Si chiama Federica Nisi, una giovane donna con le idee molto chiare e tutt’altro che impreparata a queste sfide. Infatti Federica da anni è impegnata in molte associazioni del borgo che conosce molto bene anche se è nativa di Chianciano. E’ .sempre a contatto con i bambini. Ama l’arte, la storia e la natura, ha una laurea in storia dell’arte e una specializzazione in scienze dell’educazione per la valorizzazione del .patrimonio culturale in ambiente didattico (museale e non). Unisce queste passioni inventandosi ogni volta attivitá lavorative che la rappresentino. Ma Federica Nisi  rappresenta solo una delle novità  del nuovo Consiglio Direttivo della Pro Loco  appena insediato dopo il lungo e fruttuoso lavoro di Guido Norrito che ha retto l’associazione per parecchi mandati e che questa volta ha voluto fare un “passo di lato” per lasciare spazio ai giovani. Insieme a Federica  è stato eletto un gruppo che quasi per intero si affaccia  palcoscenico della promozione del territorio ma che già dalla prima riunione si è dimostrato effervescente e pieno di nuove idee. All’interno del gruppo anche un giovanissimo: Matteo Bianchi, solo 19 anni, ma che già ha dimostrato una volontà di mettersi in gioco, anche  per portare all’attenzione dei “grandi” le necessità, le opinioni e le proposte dei suoi coetanei.  Altri membri del direttivo sono il vicepresidente Andrea Cioncoloni, volto noto al commercio sarteanese, poi i consiglieri  Marta Burchielli, Maria Luisa Cipriani, Claudia Gherardini, Alessandro Nisi, Laura Perugini e l’ex presidente Guido Norrito. Nei prossimi giorni si riunirà nuovamente il  direttivo per cominciare a mettere nero su bianco  i primi appuntamenti. Fra le idee più interessanti, a cui la nuova Pro loco sta già lavorando, quella che punta alla rivalutazione del patrimonio territoriale e naturalistico di Sarteano e dei suoi dintorni, ponendo l’attenzione sulla sentieristica e sugli itinerari di escursionismo, trekking, bike, equitazione e tutto quanto ad essi connesso.