Sarteano: torneo di burraco per  raccolta fondi in favore dei bimbi figli di donne vittime di violenza. Organizzato dal Lions Cub di Chiusi e da SarteanoViva  al torneo ha portato il saluto  Rosanna Pugnalini presidente della commissione pari opportunità della regione Toscana

Di Leonardo Mattioli

Nel 2017 oltre cento bambini  , tutti figli di donne vittime di violenza fisica o psicologica, sono stati aiutati dal Centro antiviolenza della Valdichiana (operativo dal 2003) guidato da Assunta Bigelli. Intorno a questo dato, impressionante per il numero perché riferito solo alla Valdichiana, ha ruotato la nuova iniziativa benefica organizzata dal Lions Club di Chiusi insieme all’associazione culturale “SarteanoViva” e tante altre realtà locali per raccogliere fondi destinati ad aiutare questi bambini, anche loro vittime inconsapevoli di questa violenza sulle loro mamme. Spesso infatti ci si dimentica di loro. Per questo è stato organizzato un burraco di beneficenza che ha registrato un’alta partecipazione (più di 80 giocatori) negli ampi saloni del ristorante La Lanterna di Sarteano. Al centro antiviolenza di Assunta Bigelli sono stati versati otre mille euro  raccolti con le quote di partecipazione che serviranno ad aiutare concretamente questi bambini perché, come ha detto la presidente della commissione regionale Pari Opportunità Rosanna Pugnalini (foto), che ha voluto portare il suo saluto ai partecipanti, “non è mai abbastanza; servono sempre tante risorse e il lavoro del Centro antiviolenza è fondamentale”. A salutare la Pugnalini il presidente del Lions Club di Chiusi Giovanni Aggravi insieme alle lioniste Pinella Mostardi , Fiorenza Aureggi e Laura Luciolli . Per la cronaca il torneo, al quale hanno partecipato 42 coppie e arbitrato da Antonello Ponchia insieme a Ludovico Masera e a Gianna Bologna , è stato vinto da Fosco e Paolo (foto) di San Casciano dei Bagni con 78 punti; secondi Cristina e Leonardo (foto) di Sarteano con 62, terzi Ludovico e Paola di Celle sul Rigo  con 59:A parte le coppe andate ai primi tre classificati sono stati assegnati riconoscimenti (con prodotti offerti da realtà locali)anche ad altre coppie arrivate tra i primi dieci. Un premio anche agli ultimi Aldo e Lorenza.