Società “Nuove Acque”: proroga gestione; assessore Chianciano Rocchi replica a consigliere De Angelis (M5S),”avevamo richiesto rinvio decisione per poter fare informazione  ma è stato respinto con motivazione che allungandosi i tempi sarebbe stato applicato aumento tariffario del 5%”

Dall’assessore all’ambiente di Chianciano Damiano Rocchi riceviamo e pubblichiamo

 

“ In un precedente comunicato si trovano ben espresse le risposte alle accuse mosse nei confronti della AC dal Portavoce del Movimento 5 Stelle.Proprio in linea con l’impegno preso in CC in sede di Conferenza abbiamo chiesto un rinvio sulla decisione per poter fare informazione e, per i Comuni che lo avessero ritenuto necessario (non è un obbligo), effettuare un passaggio nei propri CC. Noi abbiamo chiesto un rinvio/sospensione di un mese, altri di almeno 3 mesi e tale proposta è andata a votazione ed è stata respinta, con motivazione principe quella che allungandosi i tempi anche per il 2018 a tutte le utenze sarebbe stato applicato il previsto aumento tariffario del 5%.A quel punto, passando alla votazione dell’estensione e ritenendo che la proposta abbia validità tecnica ed economica, con risvolti positivi per i nostri territori in termini di investimenti e per le utenze in termini di riduzione degli incrementi tariffari per le utenze, abbiamo espresso voto favorevole alla delibera di indirizzo che sarà votata in sede di assemblea AIT il 22/01/2018.Chiudo sia ribadendo che a prescindere dalle posizioni ideologiche sul tema “gestione del servizio idrico” c’è tanta (troppa) disinformazione che rappresenta la base per molte polemiche strumentali e demagogiche come quelle di questi giorni da parte di gruppi politici o movimenti, che confermando la volontà della nostra AC ad effettuare una assemblea pubblica (alla quale inviteremo il DG di AIT ed il Presidente di Nuove Acque) che possa servire per fare la necessaria chiarezza amministrativa e giuridica e rendere maggiormente comprensibili anche responsabili scelte politiche che tutte le AC si trovano a fare”.