A Chianciano Terme e a Chiusi  ritorna il grande ciclismo con la ”2 giorni” del 19 e 20 settembre

Ritorna il grande ciclismo a Chianciano Terme e a Chiusi, due paesi confinanti che si uniscono per lo sport che coinvolge giovani atleti con una forte passione nel cuore e nella testa. Per due giorni un unico territorio nella splendida cornice della bassa Toscana accoglierà infatti atleti da tutta Italia e non solo, sabato 19 e domenica 20 settembre per la “ 2 Giorni Chianciano – Chiusi”. Le due manifestazioni sono riservate per la categoria Juniores Cl. 1.21 (17-18 anni) Internazionale con oltre 400 iscritti con la Nazionale Ucraina e la rappresentativa del Belgio e naturalmente con tutte le migliori squadre Italiane. L’evento è stato realizzato grazie alle amministrazioni Comunali delle due Città, che l’hanno voluto e sostenuto, in prima fila i due Sindaci, Andrea Marchetti e Juri Bettolini e col grande supporto degli assessori allo sport Fabio Nardi e Sara Marchini, senza dimenticare il sostegno tecnico di Alamo Presenzini grande ex ciclista e attuale Direttore Sportivo. L’organizzazione è curata dal Direttore di Corsa Internazionale Enzo Amantini per conto del Team Fortebraccio che con grande professionalità in poco tempo ha allestito questi eventi. I percorsi sono stati studiati per far vedere e ammirare le bellezze delle Città di Chianciano e Chiusi, attraversando la frazione di Montallese, famosa per la storica Coppa Bologna classica per la categoria dilettanti. Quartier generale dell’evento sarà il  Parco Acqua Santa di Chianciano Temre, dove sarà anche sede di partenza per la gara del sabato 19, ore 15,00,  per un totale Km da percorrere 118.  La partenza di Domenica 20 sett.embre sarà in Piazza Duomo nella Città di Chiusi, alle ore 13,45, con 103,2 Km da percorrere. L’arrivo sia della prova del sabato che quella della domenica, sarà in Viale della Libertà a Chianciano Terme.  Squadre, dirigenti, Tecnici, genitori e sostenitori saranno presenti fin dal venerdì nel  territorio (3000 presenze stimate). “Tutte le gare – precisa il Direttore Amantini – sono state messe in sicurezza dalla presenza di personale qualificato che presidierà gli incroci e delle scorte tecniche per salvaguardare la sicurezza degli atleti”.