A Chiusi nasce la “Palestra in vigna”. Venti ragazzi si sono impegnati in un duro  allenamento  mutuato da quello dei  marines nelle vigne della azienda agricola Nenci  proprio in  riva al lago

Di Leonardo Mattioli

E’ nata a Chiusi, precisamente in riva al lago, la prima “Palestra in vigna”. Si tratta, in effetti, di una palestra all’aperto collocata in mezzo alle vigne che sorgono nei pressi del lago di Chiusi e sono gestite dai titolari dell’azienda agricola Nenci famosa non solo per il suo vino ma anche per l’olio il miele e il farro. L’idea è venuta al giovane Paolo  Nenci, che tra l’altro è anche il presidente della Proloco chiusina e che proprio nei giorni scorsi ha portato a casa un grande successo con la prima edizione del “Chiusi’S Got Talent”. Anche in questo caso si è trattato di una prima edizione con  una ventina di ragazze e di ragazzi che si sono cimentati in un allenamento durissimo , mutuato da quello dei marines, impartito loro, in mezzo alle vigne, da due talentuosi  sportivi come Luca Pulcini titolare delle palestre Body Zone e dell’istruttore Leonardo Jacone. Oltre alla corsa e  al potenziamento muscolare  all’aria aperta i giovani si sono cimentati anche nell’utilizzo di attrezzature agricole come le mazze e le ruote dei carri:  tutti strumenti agricoli  funzionali a questo particolare tipo di allenamento. Inoltre il giovane Paolo Nenci, che ha avviato il progetto soprattutto per permettere ai ragazzi di allenarsi all’aperto e non nelle palestre per evitare il caldo al loro interno  in questo periodo estivo, ha fatto seguire e filmare da un drone tutto il percorso sportivo in mezzo alle vigne per studiarlo e apportarvi delle modifiche se necessario.  Al termine dell’allenamento di quasi un’ora tutti a bere e a mangiare i prodotti dell’azienda agricola Nenci. “L’idea della palestra in vigna – dice Nenci-non nasce semplicemente da una mia intuizione perché due anni fa venne proposta in alta Italia all’interno di alcuni vigneti . Io studiai questa proposta e da allora ho sempre cercato di riproporla a Chiusi, nelle mie vigne ma, tra un impegno l’altro ,mi è stato sempre impossibile realizzarla fino ad oggi quando, grazie alla collaborazione con le palestre Body Zone, sono riuscito a farla diventare realtà. Un’occasione unica – aggiunge il giovane Nenci -per far riscoprire alle persone il bello dello stare a contatto con la natura. Per molti, a sentire quello che mi è stato detto, è stata addirittura la prima volta che vedevano così da vicino un vigneto . Non a caso , dopo l’allenamento, mi hanno fatto domande anche riguardo le fasi sulle piante e sulla produzione di vino. Insomma un’occasione ulteriore per stare insieme, fare gruppo, mangiare e bere cose buone e soprattutto – conclude soddisfatto –divertirsi”.