Abbadia S. Salvatore: accoltellamento al centro migranti. Arrestato richiedente asilo. E’ un 33enne iracheno che ha ferito un 22enne gambiano

I carabinieri della Tenenza di Abbadia San Salvatore nella serata del primo ottobre sono intervenuti in massa presso il centro di accoglienza CAS (ex albergo Milano) a seguito della segnalazione di un’aggressione e del  successivo accoltellamento di un migrante nei confronti di un altro ospite della struttura. Ristabilito l’ordine all’interno della struttura i militari hanno avviato le indagini sull’evento che si sono protratte per buona parte della notte. Sono da subito emerse le responsabilità di un ospite della struttura che avrebbe causato con la propria azione delittuosa i disordini all’interno del centro. L’aggressore, iracheno trentatreenne, ha ferito a una mano con una pugnalata diretta al volto un ventiduenne gambiano. Non contento ha sfondato una finestra con un pugno e ha utilizzato una grossa scheggia di vetro per minacciare tutti gli altri migranti terrorizzati che hanno richiesto soccorso al 112. Il tempestivo intervento dei carabinieri che hanno catturato il violento iracheno, arrestandolo dopo l’audizione di diversi testimoni, compiuta utilizzando alcune interpreti, ha posto fine all’azione criminosa. L’uomo, non nuovo ad episodi del genere, e già in passato allontanato da centri di accoglienza analoghi a quello amiatino è stato poi condotto presso il carcere Santo Spirito di Siena a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena.