Abbadia S. Salvatore: la cittadina è viva. In paese prosegue la vita di tutti i giorni

La popolazione di Abbadia San Salvatore ha reagito, e sta reagendo, in modo del tutto positivo all’allarme coronavirus. Lo stile di vita dei cittadini non è cambiato. Si esce e ci si incontra: specialmente durante il fine settimana, quando i locali sono frequentati da giovani e meno giovani (come dimostra la foto), rimanendo il vivace centro di riferimento di sempre per Amiata e Val d’Orcia. Oltre al “caso Pianese” – l’amministrazione comunale ribadisce la vicinanza al presidente Sani, e l’augurio, ai “positivi”, di una lesta guarigione – non si sono registrati altri casi. La quarantena, a livello precauzionale, delle persone interessate, finirà l’8 marzo. Tutto, in pratica, sembra volgere alla normalità; mentre prosegue il tavolo di lavoro alla presenza di prefetto, amministrazioni locali, Asl e forze dell’ordine. Oggi pomeriggio è previsto un incontro aggiuntivo alla presenza, oltre agli enti indicati, dei medici di Medicina generale: a indicare come sia ancora alta l’allerta sui rischi dell’infezione, senza, lo ribadiamo, cedere a facili allarmismi. Anche gli ultimi articoli apparsi nella stampa locale mandano questo messaggio di ponderata tranquillità.