Abbadia San Salvatore: all’ospedale arriva una modernissima TAC. Sindaco Fabrizio Tondi,” una vittoria della comunità che è sempre stata vigile nel preservare quel piccolo fiore all’occhiello che è il proprio complesso socio-sanitario “

di Massimo Cherubini

E’ l’attivazione della modernissima TAC il regalo che Babbo Natale lascia ai cittadini dell’Amiata e della Val d’Orcia. Venerdì prossimo viene attivato il nuovo servizio che conta su un modernissimo impianto. E’ quanto il territorio ha chiesto con forza, è quello che serve a dare un grosso impulso all’ospedale di Abbadia San Salvatore e, di conseguenza, ai cittadini. Una Tac, esame  importante anche per una prima diagnosi, per supportare gli accertamenti che vengono eseguiti al pronto soccorso, che dà qualità e accresce funzionalità al nosocomio badengo. La Tac è, insomma, diventato un accertamento frequente ed importante. Non solo perché si rende frequentemente necessario  in fase di prima diagnosi, quando un paziente, un infortunato, si presenta al pronto soccorso, ma anche per repertare patologie delicate.  Ed è per  questo che  ci sono lunghe liste di attesa. Tanta domanda che  con l’entrata in attività della Tac  all’ospedale di Abbadia può essere meglio snellita. Oltre duecentomila euro di investimento da parte della Asl che prosegue i suoi interventi per completare il segmento di un vasto progetto -si spende oltre un milione di euro- per dare funzionalità e modernità alla struttura sanitaria del paese amiatino.“La TAC -commenta Fabirizio Tondi sindaco di Abbadia-  rappresenta un ulteriore tassello che va ad aggiungersi ad un importante progetto, frutto di un lavoro corale portato avanti dall’Amministrazione comunale insieme con la USL Toscana Sud Est, con gli altri comuni dell’Unione Amiata Val d’Orcia e con il Tavolo per la sanità. Un lavoro che è riuscito non soltanto a preservare i servizi già in essere ma anche a rinforzarli, portando nuove specializzazioni e ulteriori garanzie sotto il profilo sanitario per l’intero bacino d’utenza del nosocomio badengo.  Non è un mistero -prosegue il sindaco- che la TAC fosse un impegno preso da anni.  Il suo arrivo nella nostra struttura ospedaliera è stato il frutto di un’azione corale portata avanti da tutto il paese e dagli altri comuni del territorio, come comunità unita nell’intento di ottenere questo importante traguardo. Le forze di maggioranza e minoranza, l’Amministrazione comunale insieme con la USL e il Tavolo sulla sanità. È stata -sottolinea Fabrizio Tondi- una vittoria della comunità, la quale è sempre stata vigile nel preservare quel piccolo fiore all’occhiello che è il proprio complesso socio-sanitario e deve continuare ad esserlo.”.Venerdì inaugurazione alla presenza dell’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi, dei massimi dirigenti della Asl, dei sindaci della zona.