Acquedotto del Fiora indagato dalla Guardia di Finanza.14 le persone raggiunte da avviso di garanzia , tra l’altro, per corruzione e truffa ai danni dello stato. Il presidente Emilio Landi ,” personalmente ho  fiducia nella serietà del nostro personale. Vedremo poi quello che emergerà da questa inchiesta e valuteremo le eventuali azioni da intraprendere”.

Acquedotto del Fiora indagata dalla Guardia di Finanza di Grosseto che  ha compiuto un blitz  nella sede dell’azienda secondo un decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla Procura di Grosseto. 14 le persone raggiunte da avviso di garanzia per corruzione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, falso ideologico e truffa ai danni dello Stato. Sarebbero coinvolte  anche quattro aziende e tra queste  ce ne sarebbero due della provincia senese. In proposito il presidente di Acquedotto del Fiora Emilio Landi ha rilasciato la seguente  dichiarazione. “Le indagini sono attualmente in corso, pertanto Acquedotto del Fiora non ha ancora i dettagli della situazione che la riguarda, i quali arriveranno a indagine chiusa. Da quanto appreso dal comunicato stampa emesso dagli inquirenti, l’indagine riguarda alcune figure di responsabilità incaricate di operazioni ben precise. In attesa di ulteriori dettagli, come previsto dalla procedura sono stati nominati dei legali incaricati di seguire il caso. Abbiamo piena fiducia nell’operato della Giustizia, ma personalmente ho anche fiducia nella serietà del nostro personale. Vedremo poi quello che emergerà da questa inchiesta e valuteremo le eventuali azioni da intraprendere”.