Addio Aesvi, benvenuta IIdea: il cambio di paradigma vuol portare il made in Italy oltre i confini italiani

Sono diverse le iniziative messe in piedi dal settore videoludico nostrano per promuovere il settore, avvicinare gli utenti e fornire maggiore conoscenza dell’argomento e degli effetti positivi che può generare. Se da un lato l’associazione strizza l’occhio al mondo degli eSport e ad esperienze di gioco sempre più totalizzanti, dall’altro il cambio di paradigma da Aesvi a Italian Interactive Digital Entertainment Association vuol portare il made in Italy oltre i confini italiani. In quest’ottica sono state messe in pausa alcune attività, come il consueto appuntamento con gli ItalianVideoGamesAwards a favore di altre iniziative.    A parlare è Marco Saletta, presidente di IIDEA, il quale si dice entusiasta della prospettiva di rilanciare al meglio il settore video ludico, grazie ad una nuova governance e ad una maggiore apertura verso realtà emergenti come i videogiochi elettronici competitivi e gli eSport. L’idea è di ripartire con un format più adeguato a quel che concerne gli Italian Video Games Awards. Viene lasciata per questo motivo anche la direzione di MilanGamesWeek – l’evento dedicato ai videogiochi – e affidata al marchio Fandango.   Innovazione e creatività: due elementi che hanno portato contemporaneamente ad una sempre maggiore gamification del settore del gioco d’azzardo. Un esempio di successo sono le slot machine online di ispirate al mondo dei videogiochi,dove l’user experience è divenuta totalizzante. Livelli da superare, extra bonus, effetti sonori e grafici sono tutti elementi in comune. La creatività la fa da padrona. Può sintetizzarsi in questa parola il successo che stanno riscuotendo le slot machine online tra gli utenti italiani, comparto arricchito quotidianamente dalle innovazioni tecnologiche che coinvolgono l’intero settore del gaming.  Tanto business ma anche promozione culturale, educativa e sociale del mondo dei videogiochi. Partirà a breve infatti la campagna “GametoHuman” in cui sono presenti storie e racconti che confermano l’impatto positivo dei videogiochi sulla società attuale sotto il profilo dell’inclusione, dell’accettazione della diversità, oltre che delle già citate innovazione e creatività. Un’altra iniziativa degna di nota è quella che prevede il lancio di un portale online per famiglie e consumatori. Obiettivo? Fornire tutte le informazioni utili e le linee guida per conoscere e saper utilizzare al meglio i videogiochi. Iniziative simili si sono già svolte ad altre latitudini e i risultati sono estremamente positivi. Basti pensare ad eventi come AskAboutGame nel Regno Unito o Pédagojeux in Francia. Il portale sarà lanciato in autunno in occasione del GamesIndustryDay che si terrà a Roma. Si tratta di uno degli appuntamenti annuali più importanti tra le Istituzioni e l’industria del gioco, in cui si discute del futuro del settore in Italia e delle nuove strategie da mettere in atto al fine di preservare il settore e tutelare gli utenti che di giorno in giorno si affacciano a questo mondo.