Alberi monumentali a Santa Fiora, al via il censimento

Il Comune di Santa Fiora ha emesso un avviso pubblico, con il quale chiede ai cittadini di segnalare l’eventuale presenza sul territorio di alberi ad elevato pregio naturalistico, legati a storie e tradizioni popolari, di particolare longevità o di rilevante portamento e diametro, tali da essere considerati alberi monumentali. La raccolta delle segnalazioni durerà fino al 21 dicembre , poi inizieranno le verifiche sul campo. “Nel 2014 – spiega il sindaco Federico Balocchi – il Comune ha avviato un primo censimento di alberi potenzialmente monumentali nelle proprietà pubbliche e private del territorio comunale. A seguito della conclusione dell’iter di riconoscimento, lo scorso anno, abbiamo ricevuto la monumentalità per il maestoso Marrone del cimitero, un castagno plurisecolare che adesso fa parte degli alberi monumentali d’Italia. Con questa prima nomina e il conseguente diffondersi della notizia, abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di altri alberi, che potrebbero avere i requisiti per rientrare nell’elenco dei monumentali. Proprio per questo abbiamo deciso di pubblicare un nuovo bando per raccogliere nuove segnalazioni, questa volta essenzialmente da soggetti privati”.Occorre dire che il Comune si occuperà solo della prima valutazione, ossia, partendo dalla segnalazione procederà con la compilazione della scheda relativa all’albero, dove verranno riportate le sue caratteristiche, la posizione e acquisite le relative immagini fotografiche. A seguito di questo lavoro, verrà effettuato un primo screening per vedere se vi siano i presupposti per inoltrare la richiesta di monumentalità in Regione, dove proseguirà l’istruttoria, anche attraverso eventuali  sopralluoghi di verifica del personale dei Carabinieri Forestali. Solo dopo questo complesso iter e fatte le dovute verifiche, si potrà stabilire se l’albero sia o non sia monumentale.“Teniamo molto a questa iniziativa – commenta il consigliere comunale Davide Franceschelli – perché riteniamo sia un nostro dovere consegnare nelle migliori condizioni possibili alle future generazioni queste meraviglie della natura attraverso un’adeguata tutela. Gli alberi monumentali sono un patrimonio prezioso dal punto di vista biologico ed ecologico. Testimoni viventi del passato, contribuiscono all’alto valore del paesaggio in cui si inseriscono.”