Amiata: Carabinieri denunciano due persone per abbandono di rifiuti e per attività di gestione di rifiuti non autorizzata in aree a destinazione agricola a Abbadia San Salvatore e a Piancastagnaio

di Massimo Cherubini

Auto fuori uso, destinate alla demolizione, “custodite” abusivamente in due aree, poste nei comuni di Abbadia San Salvatore e Piancastagnaio, a destinazione agricole. “Cimiteri” di vecchie utilitarie con la presenza di altri, inquinanti, rifiuti. I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Montalcino hanno denunciato due persone, una di queste  denunciata due volte perché ritenuto responsabile nelle due violazioni di legge, per “abbandono di rifiuti ed attività di gestione di rifiuti non autorizzata”.Una vicenda delicata in quanto le due aree si trovano poco distanti dai centri abitati. Specialmente quella di Piancastagnaio “sistemata” a valle, sfiorata dalle fiamme provocate dagli incendi dello scorso anno. Sarebbe stato un dramma se il fuoco avesse intaccato questa discarica abusiva. Nelle vecchie auto resta materiale. Non solo inquinante, che mette a repentaglio il territorio, ma anche infiammabile. Olio, benzina, gomme. E’ andata bene. Così com’ è andata bene nell’altra discarica, quella illegalmente realizzata in località “Roccheto”, nel territorio comunale di Abbadia San Salvatore. Siamo poco sotto la strada provinciale che collega i due paesi dell’Amiata in un’area di ragguardevoli dimensioni.Ora, dopo tutti gli accertamenti eseguiti dai carabinieri del nucleo operativo che hanno portato alla denuncia delle due persone ritenute responsabili, sono i sindaci chiamati ad assumere i provvedimenti conseguenziali. Dovranno, come prevede la legge, intimare agli abusivi gestori il ripristino delle aree alla loro destinazione d’uso. Ovvero aree agricole. Verrà concesso del tempo per eseguire questi lavori. Trascorso senza esito il tempo concesso i sindaci potranno dare esecuzione, con addebito, ai responsabili degli abusi, delle relative spese d’intervento, ai lavori. Il problema dell’abbandono dei rifiuti, dell’inquinamento ambientale è un problema emergente. Troppi i rifiuti abbandonati nel territorio, troppe le infrazioni. Quando poi, come in questi due casi, ci si trova di fronte a serie e proprie discariche, ovvero attività, il discorso assume aspetti di maggiore gravità. Verso l’inquinamento ambientale c’è una grande attività repressiva da parte dei carabinieri. Come quelli del nucleo operativo della compagnia di Montalcino che, negli ultimi tempi, hanno denunciato diversi trasgressori delle delicate, quanto importanti, leggi in materia di rispetto dell’ambiente.