Arezzo:Franchi e Pacetti, due bronzi internazionali al Kim&Liù

Il Centro Taekwondo Arezzo archivia la stagione con due medaglie internazionali. L’ultimo appuntamento agonistico prima della pausa estiva è stato il trofeo Kim&Liù che, al Foro Italico di Roma, ha visto fronteggiarsi centinaia di giovani promesse tra i cinque e gli undici anni provenienti da società italiane ed estere. Alla manifestazione erano presenti anche nove atleti aretini che, allenati dal maestro Andrea Rescigno, hanno vissuto l’emozione di mettersi alla prova in un contesto tanto importante e sono riusciti a dar vita ad alcuni incontri di alto livello, arrivando a mettersi al collo un doppio bronzo. I grandi protagonisti della trasferta capitolina sono stati Lorenzo Franchi del 2009 e Asia Pacetti del 2010 che, negli Esordienti A, sono riusciti a dar seguito alle medaglie già conquistate al Kim&Liù del 2017 e a salire sul terzo gradino del podio, confermandosi con carattere e capacità tecniche tra le grandi promesse del taekwondo tricolore. Il primo ha combattuto nei -30kg e, dopo aver vinto i primi due incontri, si è arreso in semifinale a causa di un calcio al ginocchio che lo ha costretto al prematuro ritiro mentre era in vantaggio, mentre la seconda si è imposta in due combattimenti nei -24kg e si è fermata poi solo di fronte ad un’atleta più esperta. Tra gli altri ragazzi ha meritato applausi Sara Micera che, alla sua seconda gara ufficiale, è scesa sul tatami nei -27kg degli Esordienti A ed è riuscita a vincere per 20-0 il primo incontro. Tra i Cadetti B hanno combattuto Francesco Nofri nei -27kg e Mattia Martini nei -30kg che hanno ben figurato e hanno meritato i complimenti del maestro Rescigno, pur uscendo subito di scena per alcuni episodi sfavorevoli o per la maggior fisicità degli avversari. Nella squadra del Centro Taekwondo Arezzo erano presenti anche Valentino Furini, Costanza Massaini, Annalisa Pagnotta e Valerio Vizzi, quattro bambini tra i cinque e sei anni che hanno vissuto il loro debutto assoluto negli Esordienti B e che hanno maturato un’indimenticabile esperienza internazionale. Terminato il Kim&Liù è iniziato il torneo The Olympic Dream Cup 2018 che, riservato alle rappresentative regionali di tutta Italia, ha visto impegnata Emma Duranti del 2004 con la squadra della Toscana: l’atleta non è riuscita ad andare oltre al primo turno dei -59kg dei Cadetti B dove ha perso per 18-14 contro una coetanea campana. «Il Kim&Liù – commenta Rescigno, – è uno degli appuntamenti più attesi della stagione perché fornisce anche ai più piccoli del settore giovanile l’occasione di combattere a Roma in un contesto di livello internazionale. I due bronzi di Franchi e Pacetti, sommati alle belle prestazioni degli altri atleti, rappresentano una positiva conclusione di stagione e forniscono tanto entusiasmo in vista del futuro».