Asciano: Luca Valori capogruppo della lista civica che porta il suo nome, “disappunto che il Sindaco abbia accusato la mia lista di sciacallaggio e di fare politica sul tema del contagio alla RSA. Nulla di più falso quando dice di aver convocato lui una riunione”

Da Luca Valori, capogruppo della lista civica “Valori per Asciano” riceviamo e pubblichiamo

“Esprimo disappunto per il fatto che il Sindaco, a mezzo stampa, abbia accusato la mia lista di sciacallaggio e di fare politica sul tema del contagio alla RSA, dichiarando anche di essere stato lui a convocare una riunione formale del Consiglio e della Giunta: nulla di più falso! Mi pare invece che sia lui che, per difendersi dalle proprie mancanze, quali, ad esempio, un’adeguata e tempestiva informazione ai consiglieri, faccia uso di argomentazioni sentite e risentite, da vecchia politica.  Innanzitutto a noi sta molto a cuore la situazione dell’RSA coi suoi ospiti e gli operatori che lì lavorano e – proprio per questo motivo – nei giorni scorsi abbiamo deciso autonomamente di fare una donazione di mascherine alla struttura. Per il resto, la riunione al Sindaco l’abbiamo chiesta noi e lui ha solo acconsentito, peraltro specificando che la convocava in maniera “informale”.  Questo è già il terzo caso in un anno in cui la dovuta comunicazione ai consiglieri è venuta a mancare: precedentemente, durante il lockdown, la nostra lista aveva chiesto – peraltro durante un consiglio comunale e quindi con conseguente verbalizzazione – un incontro per concordare insieme le misure a sostegno della popolazione. Tale incontro è stato convocato solamente dopo che la Giunta aveva già deliberato in merito!Poi, a seguito della manifestazione da parte di Sienambiente della volontà di costruire un biodigestore anaerobico a Pian delle Cortine – Casetta, più e più volte abbiamo chiesto al sindaco se l’azienda in questione avesse presentato un progetto in Comune. Lui ha sempre negato. Solo il 24 settembre abbiamo appreso, attraverso la delibera 149 della Giunta Comunale riscontrata nell’albo pretorio del Comune, che il progetto era già alla terza conferenza dei servizi, in Regione, e che la Giunta aveva espresso parere favorevole.Mi chiedo: questo può essere considerato un confronto democratico tra maggioranza e opposizione? “