Buonconvento: il comune acquista l’area della Posta per metterla in sicurezza

Una grande area di oltre due ettari, tutta intorno alla Posta e in prossimità delle mura antiche di Buonconvento, è stata acquistata dal Comune di Buonconvento. Grazie al rogito notarile dei giorni scorsi c’è stato un passaggio di proprietà che consentirà di sistemare una strada e un grande parcheggio, dopo anni di abbandono, e di realizzate aree verdi. “L’operazione – osserva il sindaco Paolo Montemerani – rappresenta il superamento di una vecchia questione. Ora possiamo fare investimenti per rendere fruibili e mettere in sicurezza i terreni, compresi gli spazi approssimativi che accolgono le auto, dove prima non potevamo intervenire perché di proprietà privata, oltre a sistemare la strada che raggiunge gli uffici postali”.  Per il sindaco Paolo Montemerani si tratta di un grande successo: il Comune, dopo anni di incomprensioni e problemi, è finalmente riuscito a risolvere un una situazione di stallo che si è trascinata tra le polemiche, con vani tentativi dei suoi predecessori.Il principale punto critico era rappresentato da strada dissestata che porta agli uffici postali. I cittadini registravano il disagio ma, spesso, senza comprendere il motivo del mancato intervento pubblico. Stesso discorso per un parcheggio ricavato in qualche modo su una superficie rimasta privata, o del grande appezzamento di terreno lasciato incolto, accanto alle case, tra erbacce e animali. Nessun tipo di recupero era possibile, essendo la grande area una proprietà privata. Ora è stato raggiunto l’accordo economico, per una cifra pari a circa 70 mila  euro  che ha consentito di trasferire il terreno al Comune. In questo modo, implicitamente, si da il via agli investimenti necessari per riqualificare la zona.“In estate  – aggiunge il sindaco Montemerani – è arrivato il nulla osta da parte della Commissione del Demanio. Quello era l’ultimo atto che stavamo aspettando per dare il via all’acquisto definitivo, che si è concretizzato in questi giorni. Si tratta di un’operazione molto attesa dai cittadini, arrivata dopo un lungo iter fino al conclusivo atto dal notaio”. Il Comune sistemerà la strada di accesso e il piazzale nei pressi delle Poste con un parcheggio a servizio anche del centro del paese. Anche i terreni antistanti al viale della Libertà saranno adeguati per accogliere posti auto, e con un servizio di sosta persino per i cavalli, molto usati un zona da residenti e turisti.  Si prevede di piantare alberi e cespugli autoctoni, nel rispetto della parte che lambisce il fiume Ombrone, in modo da ricreare condizioni naturali vicino alle arginature realizzate dalla Regione. Gli interventi su quest’area rientrano nei lavori previsti dal progetto legato al Contratto di fiume. “Tutte queste opere – conclude Paolo Montemerani – avranno un alto rispetto per l’ambiente, e potranno essere realizzate gradualmente, nei prossimi mesi. Tutto si è ciò è reso possibile dal forte impegno di questa Amministrazione comunale, che è riuscita a superare uno scoglio che, fino a poco tempo fa, sembrava invalicabile”.