Calcio: Serie D; domani 8 dicembre Sinalunghese vs Aglianese. Fani: “Abbiamo l’obbligo di vincere, un pareggio a noi non serve”

Di Chiara Mariottini

Un nuovo anticipo per la Sinalunghese, che domani sabato 8 dicembre ospita l’Aglianese nella 16esima giornata di andata in Serie D. E’ uno spareggio salvezza, quello in programma allo stadio comunale Carlo Angeletti di Sinalunga, alle 14,30: i padroni di casa hanno 12 punti, gli ospiti 14. Entrambe le compagini oggi sarebbero costrette a disputare gli spareggi per evitare l’Eccellenza.L’Aglianese ha appena acquistato Filippo Moscati, attaccante classe 1992 proveniente dal Gavorrano e Christian Kouadio, difensore, terzino destro, classe 1998, proveniente dalla Jesina.La Sinalunghese è reduce dal pesante ko con il Prato, che però per il mister Roberto Fani ha offerto anche indicazioni positive.”Abbiamo approcciato bene la gara – afferma il tecnico – siamo andati in vantaggio, poi abbiamo fatto l’errore di abbassare un pochino i ritmi contro una squadra che ha dimostrato di avere qualità a dispetto della posizione in classifica, abbiamo concesso troppo e abbiamo fatto errori perché abbiamo preso due gol in un minuto e mezzo poco prima della fine del primo tempo, andando in vantaggio all’intervallo sarebbe cambiato tutto”. “Nel secondo tempo noi abbiamo dato tutto per poter recuperare – aggiunge – potevamo pareggiare su rigore, dispiace perché con un po’ più di cattiveria, sarebbe andata diversamente. Ora però dobbiamo pensare all’Aglianese che è partita con ambizioni importanti invece ha trovato delle difficoltà”. L’allenatore prosegue parlando del team neroverde: “Ha cambiato allenatore e ora nel mercato di dicembre sta correndo ai ripari – spiega ancora mister Fani – ha già preso quattro giocatori e quindi troveremo una squadra un po’ rivoluzionata rispetto a quella che ha giocato finora, anche se ultimamente con il cambio di allenatore e qualche accorgimento aveva trovato anche dei risultati importanti”. “In questo momento è uno scontro diretto tra due squadre di bassa classifica – conclude l’allenatore  -giochiamo in casa e abbiamo l’obbligo di vincere perché il pareggio a noi non serve e quindi cercheremo di fare una partita con tanto cuore, almeno questo è il mio auspicio e la mia speranza. Serviranno voglia e determinazione perché troviamo una squadra di valore che lo era già prima senza questi ultimi rinforzi, ce la metteremo tutta”.”Siamo molto arrabbiati dopo il ko con il Prato – aggiunge il difensore Francesco Quero – ci serve il risultato, noi andremo in campo contro l’Aglianese con la giusta determinazione, ci siamo stancati di cercare questa vittoria che non arriva da tanto, dobbiamo per forza sbloccarci. Mancano cinque partite per finire il girone di andata e noi dobbiamo dare assolutamente il massimo”. Difensore centrale, Quero contro il Sangimignano (debutto da titolare) e il Prato ha giocato come terzino sinistro. “Io sono pronto a fare tutto quello che vuole il mister, cerco di fare il meglio per la squadra – assicura – L’Aglianese dovrebbe giocare 4-2-3-1, so che anche questa squadra ha dei problemi, questo però non ci deve creare degli alibi perché come abbiamo visto tutto può succedere. Affronteremo questa partita con il sangue agli occhi, con tutta la determinazione possibile”.