Castiglion Fiorentino: al lavoro per la nuova edizione del “Brainstorm” che ha come tema “Cultura andata e ritorno”

“Cultura andata e ritorno”, è questo il titolo dell’edizione 2019 del Brainstorm, il contenitore culturale che ha segnato il percorso dell’assessorato alla cultura in questi anni. “Abbiamo pensato a questo titolo perché si parla di cultura quando c’è  osmosi tra l’artista e lo spettatore. ‘Andata’ è quello che l’artista esprime, il ‘Ritorno’ è quello che lo spettatore percepisce e che divulga successivamente. Il messaggio, quindi, parte dall’artista e ritorna dallo spettatore che lo ri-elabora secondo una sua visuale. In un perpetuo mutare, quindi, cercando di dare degli spunti e nuovi strumenti per vedere e spiegare meglio quello che ci circonda” dichiara l’assessore alla Cultura, Massimiliano Lachi.  Il primo appuntamento si è svolto sabato scorso alla presenza di molti artisti sia castiglionesi che provenienti da altre cittadine limitrofe. “Il prossimo è previsto il 2 marzo, ore 10.30, sala Brainstorm, via San Michele” continua l’assessore Lachi.  Già individuata la giornata in cui gli artisti si esibiranno. “A differenza degli anni passati abbiamo scelto il 19 maggio, lontano dalla prima settimana del mese di maggio, già carica di eventi, per mettere in scena il nostro ‘spettacolo’. La giornata verrà declinata attraverso le varie sfumature degli artisti del Brainstorm. Come sempre saranno ore davvero intense e piene di partecipazione. Il Brainstorm deve essere lo strumento, la pagina bianca, il contenitore attraverso il quale far emergere il proprio pensiero” conclude l’assessore alla Cultura Massimiliano Lachi.