Castiglion Fiorentino: presentato esposto-denuncia alla Procura di Arezzo per il mancato ritiro dei rifiuti.

Dopo la diffida dei giorni scorsi questa mattina il sindaco Mario Agnelli ha presentato presso la Procura della Repubblica di Arezzo un’esposto-denuncia affinché la stessa Procura possa verificare la sussistenza di reati nei fatti narrati nel citato esposto-denuncia relativi al mancato ritiro dei rifiuti dal mese di luglio in poi. I gravi disagi, infatti, subiti dai castiglionesi e dai tanti turisti presenti in queste settimane per il mancato ritiro della nettezza urbana sono drammaticamente sotto gli occhi di tutti. Le prime avvisaglie di un “terremoto” che sarebbe scoppiato a giorni si sono verificate fin dallo scorso mese di luglio e prontamente l’amministrazione comunale tramite il suo ufficio Ambiente aveva inviato la prima missiva denunciando i mancati conferimenti, oltre ai problemi che il disservizio arrecava alla popolazione. “Questa interruzione è mal digerita anche in virtù degli importanti risultati che arrivano dalla raccolta differenziata che a giugno ha raggiunto il 65%. Un eccellente risultato che testimonia il lavoro fatto dai cittadini che hanno dovuto cambiare radicalmente le proprie abitudini” dichiara Laura Tavanti, assessore all’Ambiente.Che il servizio sia stato interrotto, in toto o parzialmente sarà l’Autorità competente a deciderlo, non è certamente un mistero; come non è un mistero che le informazioni fornite dal gestore siano state altrettanto insufficienti e troppo rassicuranti rispetto alla realtà.  Gli uffici Ambiente e della Polizia Municipale sono stati letteralmente presi d’assalto dalle telefonate di cittadini che chiedevano spiegazioni. È indubbio che i comuni e quindi anche Castiglion Fiorentino siano stati lasciati soli a gestire un servizio essenziale fornito da un soggetto terzo. “Abbiamo preso questa decisione per esporre all’Autorità Giudiziaria gli evidenti disagi patiti dai castiglionesi e dai tanti turisti presenti a Castiglion Fiorentino. Ad oggi costatiamo che purtroppo la situazione non si è completamente ristabilita.  La scelta di depositare l’esposto-denuncia nasce a tutela dei cittadini castiglionesi e non solo. Augurandomi che la situazione ritorni alla normalità al più presto auspico che si ridia anche il giusto valore umano e il senso di appartenenza dei dipendenti SEI Toscana, molti dei quali, in questa situazione di disagio, hanno comunque dimostrato senso di responsabilità” conclude il sindaco Mario Agnelli.