Castiglione del Lago: presentato “castiglione borgo incantato”, un natale con Chagall: luci, spettacoli, musica, giochi e arte di strada dal 7 dicembre al 6 gennaio

Sarà un Natale all’insegna delle storie e delle favole quello presentato  a Castiglione del Lago. Già dal titolo, “Castiglione Borgo Incantato, Natale con Chagall: le favole e altre storie”, si comprende il senso della scelta compiuta dall’Amministrazione comunale e da Lagodarte che si occupa della regia artistica del lungo evento natalizio, che prevede l’abbinamento con la splendida mostra su Marc Chagall in allestimento e che verrà inaugurata ufficialmente proprio il 7 dicembre, in una sorta di “fil rouge” che connoterà l’intero periodo fino al 6 gennaio. Un Natale fatto di luci, spettacoli, tanta musica, giochi, arte di strada e performance sorprendenti e originali. «Lo spirito del Natale è quello di ritrovare una comunità – ha dichiarato il sindaco Sergio Batino in apertura di presentazione – e noi, con questa iniziativa, diamo un segno tangibile della nostra coesione, con il Comune, le imprese, le associazioni, la scuola, tutte le componenti del nostro territorio dimostrando di saper fare sempre cose significative. In una realtà italiana spesso divisa e individualista, il nostro Natale è il momento giusto per spingere verso un futuro più unito e costruttivo». «La importantissima mostra di Chagall di imminente apertura – ha spiegato l’assessore alla cultura Ivana Bricca – è stata l’elemento ispiratore di tutti i festeggiamenti delle festività, con le bellissime illustrazioni dedicate dal grande artista alle fiabe di La Fontaine. La fantasia e la favola saranno gli elementi che condurranno tutte le iniziative che presentiamo. Tutta una comunità si è mossa e ha collaborato alla realizzazione del programma coordinati dalla regia di Lagodarte, con tantissime attività e iniziative tutte integrate, finalizzate e inserite in questa tematica fantastica, con un carattere unitario e pregnante, originale, divertente e senza dubbio gradevole. Tutte le imprese commerciali, artigianali e ricettive sono parte integrante del programma, collaborando con l’Amministrazione per realizzare il tutto. Fondamentale il pieno coinvolgimento di Confcommercio che hanno posto nei loro negozi uno spazio che ricorda le festività: all’esterno dei negozi ci sarà un grande libro che richiama una fiaba e stimola la fantasia degli avventori. Ancora più bello il presepe monumentale con una diversa collocazione che lo valorizza ancora di più. La prima parte dall’8 fino a Natale ci saranno eventi più “identitari”, con grande coinvolgimento delle associazioni, iniziative fatte più per le famiglie e i bambini. Nella seconda parte dal 28 dicembre al 6 gennaio grande spazio alla musica di vari generi: classica, blues, rock, country, swing, gospel con bellissimi concerti a Palazzo della Corgna, in piazza Mazzini e in giro per le strade con le “street band”».Piero Sacco, presidente della cooperativa Lagodarte, è entrato nello specifico del programma presentando, a sorpresa, una coppia di artisti di strada, il “Duo Chorobodò” che hanno improvvisato un divertente pezzo di narrazione musicata per il pubblico della conferenza stampa. «Gli artisti di strada sicuramente saranno tra i protagonisti degli eventi natalizi, allietando le giornate delle famiglie con spettacoli di cantastorie in 12 appuntamenti sempre con inizio alle ore 15. Musica popolare italiana dello scorso secolo, cantautori italiani, musica brasiliana, russa, canadese, inglese, americana e tanti giochi, gag, giocoleria, spettacoli onirici e street band. Dal 7, giorno di inaugurazione, oltre all’apertura dei presepi e l’accensione di due grandi Alberi di Natale, a cura di Avis e Azzurro per l’Ospedale, si inaugura l’allestimento urbano di Confcommercio e le suggestive “proiezioni architetturali” in piazza Mazzini, nel retro del Cinema e in altri luoghi, realizzati da artisti locali riuniti sotto la denominazione “Moviment Creative Label”».Hanno partecipato alla conferenza stampa i rappresentanti di tutte le associazioni coinvolte e dell’Istituto Superiore “Rosselli-Rasetti” con una classe presente. Protagonista di “Castiglione Borgo Incantato” è la Confcommercio rappresentata dalla sua presidente castiglionese Andrea Sacco e da Federico Fiorucci, vicedirettore regionale.«Confcommercio è un osservatorio privilegiato, per l’esperienza maturata – hanno spiegato Sacco e Fiorucci -. Questo evento di Castiglione è speciale, oltre che bello, per il semplice fatto che è stato realizzato sulla base di due valori meravigliosi: il senso di comunità e integrazione. Si sono incastrate perfettamente tante figure e tanti soggetti  e quello che ne è uscito fuori è un grande lavoro di squadra che dà valore a quello che si fa. Sul senso di comunità e di integrazione Confcommercio punta molto, in particolar modo su questo territorio che sa mettere a frutto i progetti, come sta avvenendo per il Centro Commerciale Naturale»