Cetona: alla Festa di inizio della Frangitura anche il Vescovo Manetti e il consigliere regionale Scaramelli

Anche il Vescovo della Diocesi Stefano Manetti e il  consigliere regionale Stefano Scaramelli non sono voluti mancare alla festa di inizio della “frangitura” al frantoio della cooperative degli olivicoltori delle colline del Cetona. Insieme al sindaco di Cetona Roberto Cottini, di Sarteano Francesco Landi , al vicesindaco di San Casciano dei Bagni Fabiola Ambrogi  e agli esperti del settore si è svolto anche un confronto con i produttori di olio  sul tema della biodiversità per valorizzare l’olio extravergine  di oliva del territorio.”Abbiamo condiviso- ha poi commentato Scaramelli – la sfida di rilanciare insieme le produzioni di qualità della Toscana per dare valore al nostro olio e alla fatica di tante persone che, grazie al loro lavoro, rende straordinario questo territorio. La cooperazione del loro agire, la tradizione di questa coltura, l’autenticità del nostro territorio sono i caratteri essenziali e ineguagliabili della biodiversità che possiamo portare ogni giorno sulla tavola”. Secondo il sindaco di Cetona Cottini dal confronto “è emerso con chiarezza come il nostro territorio sia in grado di mettere sul mercato un olio extravergine d’oliva di elevatissima qualità.Ma come per ogni prodotto la chiave di volta, oltre che nella qualità, sta nella promozione e nella commercializzazione.Se tutti facciamo la nostra parte – le istituzioni creando un favorevole quadro normativo e facendo promozione generale, il privato investendo puntualmente nel suo marketing – l’olio del Monte Cetona può diventare un importante fonte di lavoro”.