Chianciano: domani 10 luglio al Centro Casanova dei Fucoli presentazione del libro “Richiami di vento e di criniere” di Alessia Giovannini

Verrà presentato domani sabato 10 luglio alle ore 18.30 a Casanova dei Fucoli, strada del Morellone a Chianciano, “Richiami di vento e di criniere – Viaggio alla scoperta della Bellezza” il nuovo libro di Alessia Giovannini, scrittrice e facilitatrice di percorsi di crescita personale mediati dai cavalli liberi. Dopo il successo de “Il Potere Segreto dei Cavalli – Viaggio alla Scoperta dell’Unità perduta”, la Giovannini torna questa volta con un testo narrativo che è il racconto di un viaggio onirico insieme ai cavalli, tra paesaggi reali e simbolici allo stesso tempo.Sta sorgendo l’alba quando una donna, che ha smarrito il senso della propria esistenza, incontra un branco di cavalli che sta brucando sul ciglio di una scarpata.  Richiamata dal capobranco che stabilisce immediatamente con lei una profonda connessione, la protagonista viene – suo malgrado – rimessa in cammino e accompagnata lungo un viaggio che si snoda attraverso14 tappe simboliche che in realtà rappresentano diverse fasi dell’esistenza e prove di consapevolezza: sarà la guida amorevole e saggia del suo compagno equino, che non la lascia sola fin dal primo istante,a farle capire piano piano che ogni tappa (e quindi ogni fase della vita, anche la più difficile) non è altro che l’espressione della Bellezza del vivere, con tuttele sue luci e le sue inevitabili ombre. Per dare maggiore incisività al simbolismo del viaggio, il testo narrativo si avvale di immagini che, unite a una scrittura evocativa e a tratti poetica, toccano l’essenza dei sentimenti più profondi del lettore che si ritrova immerso – anche visivamente – negli stessi scenari attraversati dalla protagonista: tutte le immagini sono rielaborazioni creative in Digital art – realizzate da Francesco Boriosi – e alcune ritraggono proprio cavalli del branco di Casanova dei Fucoli e i cui nomi vengono citati nei credits finali. “Fin dall’ideazione del libro, il mio intento è stato quello di dar vita a un racconto quasi cinematografico dove insieme alle parole, sempre così difficili da trovare quando si tratta di esprimere l’esperienza di un viaggio interiore con i cavalli, il lettore potesse immergersi nel suo viaggio personale, proiettando visivamente se stesso nei luoghi narrati e trasformati in immagini grazie alla manipolazione digitale” dice l’autrice. Il libro, per certi versi, appare come il proseguimento del viaggio interiore che l’aveva portata all’incontro profondo con i cavalli descritto nella sua opera precedente. “Dopo aver scritto Il Potere Segreto dei Cavalli  – Alla scoperta dell’Unita perduta non avrei mai immaginato di avere ancora  altro da dire sui cavalli- racconta – . Mi sembrava di essere già arrivata alla soglia dell’indicibile e oltre mi pareva che non si potesse andare. Invece è come se fossi ripartita da lì per un’altra avventura interiore con i cavalli: alla fine, ha preso forma il racconto di un viaggio salvifico, tra parole e immagini, realizzato grazie al legame profondo con il cavallo.Pian piano la protagonista comprende che ogni difficoltà che incontriamo nella vita e che non possiamo evitare è solo luce che non ha ancora trovato se stessa: tutto, anche il buio, è Bellezza. Ecco: Richiami di vento e di criniere è il tentativo di confortare il nostro cammino umano portando alla luce la bellezza che i cavalli ci regalano ad ogni passo di vita, anche soltanto con la loro muta e amorevole presenza”.