Chianciano : torna dal 17 maggio “Acqua e Vino Chianciano Terme music festival” 2° edizione. La manifestazione dove l’acqua, il vino e la musica, tre elementi fondamentali del vivere conviviale, tornano nel ruolo di protagoniste in un festival di musica. Tra gli altri ci saranno Pupo, Riondino, Marcorè Teresa De Sio

 Per il secondo anno consecutivo, dopo il successo della prima edizione, torna, sempre curata dall’agenzia “Carta da Musica”, il 17 maggio per l’anteprima, “Acqua e Vino Chianciano Terme music festival “ 2° edizione; la manifestazione dove l’acqua, il vino e la musica, tre elementi fondamentali del vivere conviviale, tornano nel ruolo di protagoniste in un festival di musica. Che per questa edizione cambia scenario, non più il grande jazz come per la prima edizione che ha visto la reunion di Banda Sonora con eccellenze quali Enrico Rava, Battista Lena, Gabriele Mirabassi, Gabriele Evangelista e Marcello di Leonardo, ma bensì il teatro canzone e di narrazione.La  location che viene proposta è quella  delle Terme di Sant’Elena, col suo parco, l’auditorium e il salone delle feste, tra le sorgenti termali più antiche d’Italia, con quel magico mistero che deriva dalle sue origini medioevali, inseguendo per secoli il corso dell’acqua che ha visto in questi stessi luoghi arrivare uomini comuni, come alcuni tra i più grandi artisti che hanno solcato le scene nazionali e internazionali. Musica, cultura, incontri, dibattiti, presentazioni di eccellenze culinarie ed enologiche tipiche del territorio di Chianciano Terme e della Toscana tutta, appositamente selezionate grazie alla sapiente e fondamentale collaborazione con Arcicaccia/Circolo di Chianciano Terme che curerà un menù di antica tradizione popolare e medioevale, a base di eccellenze tipiche del territorio. Il tutto grazie alla presenza di un cast musicale di straordinario livello, importanti istituzioni culturali locali, come l’Istituto Musicale Bonaventura Somma/associazione di promozione sociale, protagonisti musicali autoctoni, aziende vinicole di primo piano. Giovedi 17 Maggio dunque ci sarà l’anteprima a Montepulciano alla cantina Salcheto con due nuove e giovani voci: quella della cantautrice BAMBINA e quella della formazione dei torinesi 5HUNDRED.  Venerdì 18 Maggio comincerà il vero Festival alle Terme di Sant’Elena con una conversazione/concerto in cui Teresa De Sio, sollecitata in scena da Gionata Giustini, racconterà il suo vissuto, e i suoi angoli segreti, fatti di musica e immaginario, tra aneddoti e curiosità. Sabato 19 maggio sarà la volta di David Riondino con “Cantare il Cantabile” che è titolo di quest’originale ed affascinante incontro con uno degli ultimi grandi cantastorie italiani. Domenica 20 maggio anteprima assoluta con Pupo che legge e canta il “Pinocchio di Collodi” accompagnato della Banda dell’Istituto Musicale Bonaventura Somma, diretta dalMaestro Paolo Scatena..Regia e adattamento teatrale Manfredi Rutelli.Uno spettacolo che parte dall’idea che Pupo sia in fondo un Pinocchio. Moderno saltimbanco, picaro, avventuriero e scanzonato burattino senza fili. Su musiche rielaborate per banda da alcuni dei celebri temi di Fiorenzo Carpi per il Pinocchio di Comencini e qualche licenza poetica fatta di arie celebri, epiche e romantiche, da melodramma e popolari. Contrappunti musicali e sottolineature andanti in musica, a mettere il sonoro musicale alla lettura dell’artista Pupo. Venerdi 1 giugno Edoardo De Angelis conduce un’intervista con Neri Marcorè, che diventa, via via, un incontro musicale: due chitarre, una bottiglia di vino, spartiti e appunti sparsi sul tavolo, tra chiacchiere e canzoni, come due buoni amici dopo cena.  :Dall’apertura del Festival sarà possibile visitare due Mostre fotografiche di eccezione. La prima, curata dalla dottoressa Teresa Guerra, esperta di arte già collaboratrice della storica Galleria Il Gabbiano di Roma, sarà una straordinaria mostra tutta dedicata alla storia dei grandi personaggi che hanno attraversato il parco e il palco di Sant’Elena. Da Nino Taranto, a Claudio Villa, dal Quartetto Cetra a Ella Fitgerald fino a Mario Zicavo, celebre volto della tv dei ragazzi negli anni 60. Decine di foto in bianco e nero magicamente ritrovate negli archivi della villa, che raccontano questa parte di Toscana dagli anni 50 in poi. Ad affiancare la mostra sulla storia di Sant’Elena e del suo Parco, si unisce una seconda mostra di uno dei più importanti fotografi d’arte musicale in Italia, Pasquale Modica, già anche impegnato in scatti sul mondo sociale, politico, economico italiano, realizzati per L’Agenzia Giornalistica Fotografica e per numerose testate giornalistiche. L’esposizione di Pasquale Modica, con un salto in avanti di oltre 50 anni rispetto alla precedente curata da Tersa Guerra, ci conduce nell’oggi della storia della musica con le oniriche visioni nel ritratto di Mauro Giò Giovanardi, il live asciutto dei Kraftwerk, due salti con i Subsonica e i Red Hot Chili Peppers, le vibrazioni elettroniche dei Motel Connection, fino all’abbandono di Lady Gaga e l’immagine recente degli LNRipley.Il festival apre per la prima volta anche alla fantasia creativa della grafica Chiara Fenicia, capace di creare “gioielli con ottoni smontati da mobili d’epoca e ferri vecchi che trovo spesso nelle discariche dei metalli o per terra mentre passeggio”. Oggetti straordinari, in esposizione e in vendita, nelle giornate del Festival.Ci sarà poi anche uno spazio libri, curato dalla Libreria Centofiori di Montepulciano.