Chianciano:individuate 13 criticità funzionali e strutturali sul viadotto Ribussolaia chiuso da tempo. Serviranno risorse “cospicue”per un intervento di consolidamento per evitare più complessa opera di demolizione e ricostruzione. Assessore Rocchi,” per il reperimento delle risorse  ci interfacceremo  a breve con il ministero delle infrastrutture e dei trasporti”

bty

L’assessore di Chianciano Damiano Rocchi ha scritto:

L’amministrazione comunale di Chianciano ha avuto un incontro in Regione Toscana insieme ai responsabili tecnici di ANAS al fine di confrontarsi sugli esiti della relazione peritale condotta ed individuare un percorso teso a risolvere la situazione della non transitabilità del “viadotto Ribussolaia” sito sulla SS146 internamente al nostro centro urbano.La relazione ha evidenziato 13 criticità di tipo “funzionale” e “strutturale” in relazione alle quali – sulla base di prime considerazioni tecniche – vi potrebbero essere buone possibilità di intervento con consolidamento (su travate, appoggi e pile) in sito e quindi tale da evitare la più complessa ed onerosa opera di smontaggio/demolizione e successiva ricostruzione.Ovviamente si parla comunque di un intervento “rilevante” per la cui progettazione e realizzazione sono necessarie cospicue risorse per il reperimento delle quali ci interfacceremo già a breve con il ministero delle infrastrutture e dei trasporti.C’è infatti volontà da parte di tale dicastero di finanziare nel triennio 2020/2022 interventi di messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, con priorità a quelle in cui è già stata accertata la non transitabilità.Ci muoveremo quindi fin da subito su tale percorso politico-amministrativo auspicando di poter definire in tempi brevi un cronoprogramma degli step che partendo dalla progettazione possano poi condurre al finanziamento delle opere ed alla realizzazione delle stesse con conseguente riapertura del viadotto, infrastruttura molto importante per il sistema della viabilità urbana e dell’intero comprensorio”.