Chiusi: Alessandro Terranova ha vinto la settima edizione del “Campionato Provinciale Lago di Chiusi” di Triathlon che quest’anno ha ospitato anche il “6° Campionato Regionale Vigili del Fuoco”. Per la categoria femminile ha vinto Elisa Monacchini. 97 gli atleti provenienti da tutta Italia, di cui 10 donne e 15 sportivi facenti parte del corpo Vigili del Fuoco.

Di Giulia Benocci

La suggestiva location del Lago di Chiusi, questa mattina, ha ospitato la settima edizione del“Campionato Provinciale Lago di Chiusi” di Triathlon  collegato  anche il “6° Campionato Regionale Vigili del Fuoco”. Il vincitore assoluto con un tempo di 1 ora 11 minuti e 29 secondi, è stato Alessandro Terranova. Per la categoria femminile a salire sul podio Elisa Monacchini “Questa mattina la nostra città ha vissuto una nuova bellissima esperienza legata allo sport – ha affermato l’Assessore allo Sport Sara Marchini – ;un’occasione nella quale viene valorizzato il nostro lago, atleti e cittadini di Chiusi che sono venuti a vedere la competizione .Spero che questa manifestazione possa crescere sempre di più”. Gli  atleti, iscritti alla gara, tipologia “Sprint”,  sono 97in totale, di cui 10 donne e 15 Vigili del Fuoco provenienti da tutta la Regione. La competizione prevedeva tre momenti che hanno messo a dura prova gli sportivi, sotto il sole rovente; infatti la gara è iniziata alle 11.29 per la categoria uomini ed alle 11.36 per la categoria donne. La prima parte prevedeva una nuotata nel lago di 700 m: gli atleti dovevano percorrere un semicerchio da molo a molo delimitato dalle boe, i primi due atleti ad uscire dall’acqua sono stati il numero 1 Alessandro Terranova ed il numero 93 Fabio Guidelli, con un distacco di una frazione di secondi, ed hanno fatto un formidabile tempo di 9 minuti; mentre le due donne più veloci in acqua sono state la numero 102, la nuotatrice olimpionica Chiara Masini Luccetti, che fa parte del corpo dei Carabinieri, seguita a distanza di pochi secondi dalla numero 101 Elisa Monacchini. Usciti dall’acqua gli atleti si sono velocemente cambiati, levando la muta da sub ad una velocità incredibile ed indossando le scarpe per il secondo step da affrontare: 22 km in bicicletta lungo un percorso abbastanza complicato entrando anche nel centro di Chiusi e  sfiorando il Comune di Cetona. Il tutto messo in sicurezza dagli oltre 50 volontari dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, della Croce Rossa, di tutte le forze dell’ordine che hanno controllato il traffico e presidiato gli incroci. Anche questa frazione del percorso ha visto in testa l’atleta umbro Terranova, mentre per quanto riguarda la categoria femminile è passata in testa la numero 101 Monacchini. Per l’ultima fase della gara, gli atleti hanno velocemente messo a posto le biciclette ed hanno iniziato la corsa: un percorso di 5 Km nel “Sentiero della Bonifica”, una strada a sterro, non molto difficile, ma estenuante, considerando che era l’ultima frazione di una difficile gara. I primi a tagliare il traguardo, ci hanno messo un tempo incredibile, poco più di un’ora. Gli atleti a salire sul “sudato” podio sono stati, per la categoria maschile, il vincitore assoluto con un tempo di 1 ora 11 minuti e 29 secondi, Alessandro Terranova. Un veterano di questa disciplina, fa le gare dalla fine degli anni ’90, nonostante la sua giovane età, è riuscito a stare in testa al percorso durante tutta la prova. “Sono molto contento del risultato ottenuto – ha dichiarato Terranova –; avevo paura di non riuscire a togliere la muta velocemente e invece sono riuscito a guadagnare tempo e iniziare in testa con la ‘bici’. Non conoscevo bene il percorso ed ho ‘spinto’ con tutte le mie forze, ci ho creduto fino alla fine ed è andata benissimo”. Il secondo ed il terzo ad arrivare sono stati Fabio Guidelli e Gabriele Torrini con uno scarto di pochi secondi. Per la categoria femminile ha vinto Elisa Monacchini, che una volta uscita dall’acqua ha guidato la classifica femminile durante tutto il percorso su terra, con un buonissimo tempo di 1 ora 18 minuti e 26 secondi. “E’ stato un percorso impegnativo, ma sono molto soddisfatta del risultato ottenuto – ha detto l’atleta, ormai alla sua quinta stagione di Triathlon – ; nel nuoto sono uscita per seconda, ma ho cercato di dare meno distacco possibile alla prima, che sapevo essere una nuotatrice professionista, sono riuscita a riprenderla e poi ho mantenuto con forza la prima posizione per il resto del percorso”. La seconda a tagliare il traguardo per la categoria femminile è stata la nuotatrice olimpionica Chiara Masini Luccetti, seguita con uno scarto di 5 minuti dall’atleta numero 103 Federica Rizzola. I vincitori assoluti sono stati premiati con una coppa dal sindaco Juri Bettollini; i secondi dal Presidente della Federazione Toscana di Triathlon, Fausto Bulleri; i terzi dall’Assessore allo Sport Sara Marchini. “È sempre un onore per noi ospitare questa manifestazione che coniuga la bellezza del territorio con la bellezza dello sport. È stata una bella sfida, con molti atleti ben preparati fisicamente – ha concluso il Sindaco – ; inoltre ci tengo a ringraziare i volontari e gli organizzatori, in particolar modo il Comando dei Vigili del Fuoco, il Distaccamento di Montepulciano, per scegliere ogni volta questa meravigliosa location come punto fondamentale per organizzare il Triathlon”.