Chiusi : Coronavirus; sindaco Bettollini, grazie alla sensibilità di alcuni imprenditori sono stati acquistati due respiratori da donare al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Nottola

Tra qualche giorno il Pronto Soccorso dell’ospedale di Nottola sarà dotato di due respiratori (attualmente ne è privo)che aiuteranno a salvare la vita a tutti coloro che vi arriveranno con una grave insufficienza respiratoria. E questo grazie alla sensibilità di due imprenditori chiusini (Simona Lombardi della Fondazione Antonio Lombardi e Simone Canestrelli)  che si sono rivolti al sindaco Juri Bettollini per sapere come potevano dare un aiuto concreto alla gente che in questo periodo è affetta dal coronavirus. A dare l’annuncio con orgoglio di questa donazione ( il costo totale dei due strumenti è stato di  17 mila 600 euro) è stato lo stesso primo cittadino durante la sua  quotidiana diretta streaming per fare il punto della situazione. Una donazione questa che sottolinea ancora una volta di più  la solidarietà espressa dalla comunità chiusina e che Bettollini ha rivendicato con orgoglio tanto più che viene dopo l’altra donazione, più diffusa tra i cittadini, per l’acquisto di 19 mila mascherina in produzione presso la ditta di Mauro Toti e che saranno pagate coni 42 mila euro raccolti. A questi si aggiunge un terzo progetto in via di conclusione che è quella di raccogliere ancora donazione per acquistare dispositivi di sicurezza per il Centro medici, la Rsa e i pediatri.Bettollini, oltre ad annunciare  di stare lavorando per preparare la ripresa