Chiusi: denunciati dai Carabinieri per furto aggravato tre cittadini rumeni che stavano caricando materiali edili rubati a una ditta del luogo

La notte scorsa  attorno all’una a Chiusi Scalo  i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato dalla violenza sulle cose, tre cittadini rumeni fra i quali un 35enne incensurato e due suoi nipoti 17enni, tutti residenti a Chiusi Scalo. Ieri sera i tre sono stati notati da un passante mentre, dopo aver tagliato parte della recinzione di un deposito di materiali edili di una ditta del luogo, si erano introdotti all’interno e stavano caricando della refurtiva su un carrello agganciato a un fuoristrada. Il cittadino che conosceva il proprietario del deposito gli ha telefonato subito lanciando l’allarme. Il proprietario è giounto sul posto dopo aver chiamato i Carabinieri al 112 riuscendo a mettere in fuga i malfattori solo con la sua presenza. Ma mentre i ladri si allontanavano hanno causato la caduta dal carrello di una betoniera che, non ancora fissata  si sganciava e ruzzolava per strada. Ricercando un fuoristrada agganciato ad un carrello, dopo circa un quarto d’ora di ricerche delle pattuglie accorse sul luogo, i Carabinieri di Chiusi Scalo hanno individuato il mezzo diretto verso Chianciano e lo hanno fermato. Non essendo possibile procedere all’arresto essendo decorsa la flagranza del reato, il maggiorenne è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena, mentre i due minori sono stati  denunciati alla Procura dei Minori di Firenze.