Chiusi: domani 5 agosto al via la XVI edizione del Festival Orizzonti #SENSO 2018

Presentato in grande stile nella bella cornice di Palazzo del Pegaso, sede del Consiglio Regionale della Toscana, la XVI edizione del Festival Orizzonti della Città di Chiusi #SENSO 2018 che prende il via domani domenica 5 agosto.
Alla Conferenza Stampa sono intervenuti il Presidentedel Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani,la Responsabile Segreteria Assessorato Regionale alla Cultura  Cristiana Alonsi,il Vicesindaco della Città di Chiusi con delega alla Cultura  Chiara Lanari, il Vicepresidente della Fondazione Orizzonti d’Arte Giannetto Marchettini, il membro del CDA della Fondazione Lucia Marcucci e la Direttrice del Museo Nazionale Etrusco di Chiusi –Polo Museale della Toscana Maria Angela Turchetti. Durante l’incontro con i giornalisti  è stato illustrato nel dettaglio il programma degli spettacoli serali e degli eventi collaterali (Laboratori, letture, Orizzonti Museali, appuntamenti enogastronomici, Dopofestival), si è ricordato e ringraziato con stima e affetto il Direttore Artistico Roberto Carloncelli che ha ideato questa edizione 2018 #SENSO, sottolineato le collaborazioni conil Comune di Chiusi e tutta la Fondazione Orizzonti d’Arte ed evidenziato il rinnovato sostegno al Festival da parte della Regione Toscana nonostante le difficoltà dei fondi regionali.Numerosi i giornalisti e le TV locali presenti che, al termine della conferenza, hanno intervistato il Presidente Eugenio Giani, Giannetto Marchettinie Chiara Lanari. “Chiusi – ha commentato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – sta diventando sempre più la capitale culturale di un territorio, quello del Sud della Toscana, in particolare della Valdichiana, ricco di iniziative storiche sugli Etruschi. Il festival con danza, musica, arte rappresenta la vitalità di questa cittadina, dalle forti tradizioni popolari e dal ricco background culturale”.Con grande orgoglio è stato sottolineato da tutti i presenti l’obiettivo cheil Festival Orizzonti si pone: far avvicinare più persone possibili, e soprattutto i giovani, alle arti performative, riscoprire la tradizione del teatro, della danza e della musica e farla propria, come spettatori ma non solo.Appuntamento quindi a domani a Chiusi, con la prima regionale di danza “Il Barbiere di Siviglia” della Compagnia Artemis (ore 21.45, Piazza Duomo).