Chiusi: inaugurata la prima area di sgambatura per cani chiamata Hachiko

La prima area sgambatura cani “Hachiko” del Comune di Chiusi è stata inaugurata e i più felici, come era prevedibile, sono stati proprio gli amici a quattro zampe della città, che per tutto il tempo hanno corso e giocato nello spazio a loro dedicato. Il terreno, circa 2 mila metri quadrati, è stato ricavato nella zona della Boncia Bassa (Chiusi Scalo) è caratterizzato da due aree specifiche; una completamente libera e una attrezzata con un percorso di agility dog, ovvero con una serie di ostacoli pensati per il mantenimento della forma fisica e psicologica del cane. Particolarmente apprezzata, dai veri protagonisti della giornata, è stata la fontanella “programmata” che in automatico permette la ripulitura e la sostituzione dell’acqua evitando così il ristagnamento.“Nella nostra città mancava un’area dedicata ai nostri amici a quattro zampe – sottolinea il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – e vedendo la reazione dei cani presenti all’inaugurazione possiamo dire di essere veramente soddisfatti di quanto fatto. Un ringraziamento particolare, oltre al nostro ufficio tecnico, agli operai del Comune e agli operai della ditta Euroscavi di Giannotti che ha eseguito i lavori, va al mio amico Gabriele Silvi che, per l’amore che ci lega nei confronti dei cani, l’estate scorsa mi lanciò l’idea dell’area di sgambatura. Siamo certi che quest’angolo della nostra città sarà sempre più frequentato e di questo ne gioveranno anche gli animali a due zampe, ovvero le persone, che avranno l’occasione di riscoprire la bellezza della relazione nel mondo reale, che è ben più affascinante rispetto a quella dei social.”  L’area di sgambatura sarà sempre gratuita, i proprietari dovranno solo fare una richiesta di iscrizione in Comune e autocertificare che il cane di proprietà è vaccinato, non pericoloso e in generale in buona salute. Presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico è già possibile riempire la richiesta e ricevere il contrassegno personale per accedere all’area. Entro la prossima settimana saranno installate anche due telecamere che monitoreranno gli accessi e gli eventuali abusi. I lavori per la realizzazione dell’area di sgambatura hanno avuto un piano finanziario di circa 20 mila euro.