Chiusi: la Pubblica Assistenza inaugura una nuova ambulanza dotata delle migliori tecnologie in campo sanitario

La Pubblica Assistenza di Chiusi ha inaugurato una nuova ambulanza completamente attrezzata per ogni tipo di intervento anche in emergenza grave. Il nuovo automezzo, che ha un costo di circa 100 mila euro, è dotato degli ultimi ritrovati tecnologici in ambito sanitario e meccanico. In questo senso particolarmente importanti dal punto di vista sanitario sono ad esempio: il sistema di sanificazione, che si attiva ad ogni apertura delle portiere così da garantire alla persona soccorsa il massimo dell’igiene; la termoculla per bambini e il defibrillatore dotato di un sistema di rianimazione nonchè un monitor per l’elettrocardiogramma con possibilità di comunicare i risultati al reparto dell’ospedale più vicino0. Dal punto di vista meccanico, invece, tra le dotazioni più importanti ci sono le sospensioni pneumatiche, il sistema Energy Sistem, che permette di mantenere in moto l’automezzo con tutti i sistemi in funzione anche senza la chiave inserita. All’inaugurazione hanno partecipato il presidente della Pubblica Assistenza di Chiusi Enzo Fiorini, il sindaco di Chiusi Juri Bettollini, gli assessori della giunta e alcuni consiglieri comunali, il consigliere regionale Stefano Scaramelli, il presidente regionale ANPAS Dimitri Bettini, il presidente di Banca Valdichiana Carlo Capeglioni oltre a tutti i volontari dell’associazione.“Questo nuovo e moderno automezzo è l’esempio concreto – dichiara il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – di come il tempo che viene investito a servizio degli altri possa portare a risultati straordinari. L’associazione nel corso del tempo è cresciuta grazie ad un’attenta azione di amministrazione nonchè all’impegno e alla partecipazione, sempre più numerosa e attiva, dei volontari che tutti i giorni si adoperano a favore di chi sta vivendo un momento di difficoltà. La somma di questi due aspetti ha permesso alla Pubblica Assistenza di Chiusi di diventare un esempio e un modello di umanità e solidarietà. La nostra città è orgogliosa di ogni singolo volontario che indossando una divisa fa di tutto per far tornare il sorriso alle nostre famiglie”.“Questo nuovo automezzo – dichiara il presidente della Pubblica Assistenza Enzo Fiorini – è molto importante per la nostra associazione perché oggi c’è la necessità di gestire l’emergenza e il soccorso con strumenti che siano sempre più efficienti e all’avanguardia della tecnologia. Per questo abbiamo richiesto un allestimento importante che ci permetterà di affrontare ogni situazione con la massima professionalità e questo anche grazie alla preparazione dei nostri volontari che conoscono tutte le strumentazioni e sono in grado di utilizzarle al meglio in caso di necessità.”

Ogni volta che il nuovo automezzo uscirà per un servizio di emergenza o soccorso sarà affiancato da una squadra di tre persone tutte formate con corsi professionalizzanti per l’utilizzo delle attrezzature. L’automezzo è stato realizzato grazie al solo impegno dei soci e dei volontari che nel tempo hanno permesso all’associazione di crescere e di attestarsi come un vero punto di riferimento per tutto il territorio della Toscana del sud e anche della vicina Regione Umbria