Chiusi: l’Istituto Superiore di Chiusi ha ricevuto in dono un defibrillatore dalla Pubblica Assistenza della città

La Pubblica Assistenza di Chiusi ha donato un defibrillatore DAE all’Istituto Superiore Einaudi Marconi. I ragazzi, alcuni dei quali già fanno parte dell’associazione in veste di volontari, hanno ascoltato interessati le parole del presidente Enzo Fiorini e del sindaco di Chiusi Juri Bettollini che hanno sottolineato l’importanza del volontariato nella società moderna.“La cosa più preziosa che abbiamo è il tempo perché nessuno ce lo potrà mai restituire – sottolinea il sindaco Juri Bettollini – per questo un essere umano non può fare un atto più nobile che donare il proprio tempo a favore di chi è in difficoltà. La Pubblica Assistenza e i suoi volontari fanno proprio questo e per da parte nostra non smetteremo mai di ringraziarli abbastanza. Penso che ognuno di noi dovrebbe provare l’esperienza del volontariato almeno una volta nella vita per nobilitare sé stesso e offrire un grande aiuto alla comunità.”.“Come Pubblica Assistenza – dichiara il presidente Enzo Fiorini – siamo contenti di aver donato un defibrillatore ai ragazzi dell’Istituto Superiore della città. Ovviamente speriamo che non sia mai utilizzato, ma nel caso è importante sapere che all’interno della scuola c’è uno strumento che può salvare la vita. Speriamo che tanti di questi ragazzi si avvicinino al mondo del volontariato anche con semplice spirito di curiosità perché di volontariato la nostra società ha sempre più bisogno.”Alla consegna del defibrillatore, oltre al sindaco e al presidente della Pubblica Assistenza, sono stati presenti l’assessore al sociale Sara Marchini, la dirigente scolastica Montemurro, una parte del consiglio della Pubblica Assistenza e due giovani ragazze volontarie.