Chiusi: presentate le linee progettuali a breve, medio e lungo termine su Cultura, Arte, Turismo e Incoming nella città Etrusca

chiusi-mediumI tre momenti di ascolto, condivisione e proposte progettuali su arte cultura turismo ed incoming, iniziati ad ottobre 2016, sono terminati sabato scorso con l’illustrazione delle azioni concrete e delle idee progettuali nel breve medio e lungo periodo da parte dell’amministrazione Comunale. Dopo le giornate di ascolto,  i tavoli di lavoro e le conferenze e proposte  con il confronto tra operatori, volontari, stakeholders, associazioni, professionisti e case history di successo, la terza tappa delle ”Conferenze Programmatiche Generali su Cultura Arte, Turismo e Incoming – www.visitchiusi.it” che si è tenuta sabato scorso in sala conferenze San  Francesco  a Chiusi è servita proprio per delineare e condividere le linee programmatiche che l’amministrazione comunale intende attuare per sviluppare un’efficace strategia.  Dopo i saluti e l’introduzione del sindaco Juri Bettollini, ha portato i saluti la D.ssa Maria Angela Turchetti, Direttore del Museo Nazionale Etrusco, sottolineando l’importanza delle giornate e delineando alcune misure condivise con il Comune, il Polo Museale della Toscana, il Museo della Cattedrale, l’istituto di credito locale ed il gruppo archeologico.  La parola è passata poi al vicesindaco Chiara Lanari che ha presentato le ipotesi progettuali a breve, medio e lungo termine sulle quali la nuova strategia del Comune della Città di Chiusi potrà porre le proprie basi. “La nostra Città è ricca di cultura, storia, arte e risorse naturalistiche, attività commerciali e produttive ed ha un’ubicazione strategica da sempre -dichiara il vicesindaco Chiara Lanari – e per sviluppare sempre maggiori sinergie, valorizzando al meglio le risorse, occorre una programmazione definita. Le conferenze programmatiche che abbiamo vissuto sono servite proprio a delineare il percorso per crescere e condividere i programmi per la nostra Città e per il nostro territorio” (Valdichiana, Toscana, Etruria). I brand forti, è emerso dalle conferenze, debbono essere da stimolo per sviluppare il brand della Città di Chiusi, così da creare ricchezza ed opportunità per offrire a cittadini e turisti esperienze culturali, artistiche, performative ed enogastronomiche.“Si conclude così una serie di appuntamenti partecipati ed importanti – continua il vicesindaco Chiara Lanari – nei quali, e grazie a tutti coloro che hanno dato il proprio contributo, siamo riusciti a tracciare alcune sintesi ed una linea programmatica strategica sulla quale stiamo lavorando e sulla quale dobbiamo continuare a lavorare, in maniera attenta e costante, per valorizzare al meglio e promuovere la nostra Città, i nostri territori e le nostre peculiarità.” Il percorso, step by step, prevede obiettivi a breve medio e lungo termine, così da permettere uno sviluppo armonioso.Dopo l’intervento del vicesindaco Lanari, Bruna Caira (Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese – Valdichiana Living) ha presentato i progetti di area previsti nel piano turistico triennale, progetto creato grazie all’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, per la promozione turistica territoriale. Poi Stefano Biagiotti, Filippo Masina e Alessio Banini hanno presentato i primi risultati sui questionari del progetto di candidatura Unesco – Valdichiana senese condividendo il fatto che la qualità della vita ed il benessere uniti alla cultura all’enogastronomia alle risorse ambientali ed artistiche sono veri e propri punti di forza. Mentre nei prossimi giorni saranno strutturate appieno le varie misure progettuali, alcune delle prime proposte si concretizzeranno   entro l’anno ed in vista dell’arrivo della prossima stagione. La Città di Chiusi si prepara dunque a nuove sinergie e migliori opportunità per valorizzare, promuovere e ottimizzare servizi, strutture e risorse umane (sia nel volontariato culturale, artistico e turistico,  sia nelle professioni).