Chiusi: sull’Area ex Centro Carni no ad attività insalubri con emissioni nocive. Il Consiglio comunale approva, senza nessun voto contrario, l’atto di governo del territorio a tutela della salute dei cittadini

Il consiglio comunale di Chiusi dice no a nuove attività insalubri con emissioni nocive sull’Area ex Centro Carni. L’atto di governo del territorio è stato approvato, senza nessun voto contrario, oggi durante l’ultima seduta.Al termine del dibattito, il Consiglio comunale ha deliberato che sull’Area ex Centro Carni non è consentita la realizzazione di inceneritori, termovalorizzatori, discariche e aziende insalubri con emissioni nocive. Sono invece consentite tutte quelle attività industriali e produttive in genere che non producano alcuna emissione nociva. È consentita la realizzazione di centri di ricerca in collaborazione con le Università con l’obiettivo di determinare un polo aggregativo di studio in campo industriale e scientifico; ed infine sono consentiti insediamenti commerciali, artigianali e direzionali in conformità con quanto previsto dal piano regolatore. Il consiglio comunale è stato convocato con l’obiettivo di rassicurare, tutelare e garantire i cittadini di Chiusi nonché chiarire in maniera netta e inequivocabile anche alcune false affermazioni diffuse in città. Durante i lavori del consiglio è stato ribadito che, ad oggi, non sussiste ancora la concretezza di un progetto e che l’unico elemento di certezza, sull’area dell’ex centro carni, è l’avvenuto acquisto in seguito ad un bando di asta pubblica per la vendita di immobili di proprietà comunale.L’atto di governo comunale ha l’obiettivo di vigilare e controllare ogni sviluppo per ottenere un miglioramento qualitativo dell’area. Le uniche attività che vi potranno essere sviluppate sono, quindi, attività che rispondono ai criteri dettati dal consiglio comunale e che, quindi, non potranno mai essere industrie insalubri e con emissioni nocive nell’atmosfera .Il consiglio comunale, che ha deliberato la mozione, si è riunito dopo tre sedute della Commissione consiliare “Ambiente e Territorio” (composta da membri della maggioranza e della minoranza) che sono state convocate per esaminare e approfondire l’intera questione. La Commissione Ambiente e Territorio avrà adesso il compito di controllo dell’attuazione dell’atto di governo del territorio deliberato e di informare i cittadini, tramite il sito ufficiale del comune, in merito agli avanzamenti dei lavori della commissione. La delibera comunale sarà inviata alla Regione Toscana, alla Provincia di Siena, agli uffici comunali e alla proprietà attuale dell’area ex Centro Carni affinché concorrano al suo rispetto.