Chiusi:Paolo Nenci, il primo “contadino digitale” in Italia che ha creato l’unica scuola di formazione nel nostro paese per giovani Agricoltori. Il debutto della sua Academy il 27 febbraio  dove ricorderà anche i termini di una sua idea innovativa di marketing in campo di vino, il “Wine sales Record”, cioè come vendere in un giorno mille bottiglie

Di Marzia Mattioli

Abbiamo già parlato di Paolo Nenci, il primo contadino digitale in Italia.Abbiamo parlato di lui a proposito della sua ultima idea, quella di creare la prima scuola di formazione in Italia per Giovanni agricoltori.Il tutto doveva partire il 23 gennaio scorso con la sua prima giornata di Academy ma causa pericolo mal tempo e rischio neve l’edizione è stata rinviata a mercoledì 27 febbraio dove ancora una volta 20 persone da tutta Italia si recheranno a Chiusi presso l’azienda agricola Nenci ad ascoltare e ad attingere dall’esperienza di Paolo maturata in questi 10 anni.Paolo come molte volte descritto dai tanti feedback che riceve quotidianamente sui social è un vulcano di idee e la sua mente non si ferma un attimo. Nelle settimane scorse ha lanciato un’idea innovativa di marketing mai vista in campo di vino.Questa ha preso il nome di Wine Sales Record che tradotta volgarmente vuol dire Record di vendite di vino.Ma in cosa consiste l’idea originaria di Paolo? Riuscire a vendere 1000 bottiglie ,tenute in magazzino di Venere 2015, in un solo giorno.Avete capito bene in un solo giorno vendere le 1000 bottiglie.Ma come riuscire a fare tutto questo? D.Come riesci a farlo?

R.Amo sempre mettermi alla prova prima di tutto con me stesso, superare ogni tipo di limite che penso possa esistere dentro di me e così ho deciso di scommettere su me stesso e soprattutto sulle amicizie virtuali che detengo sui social.Come riuscire a vendere 1000 bottiglie in un solo giorno?Come convincere 166 persone ad acquistare minimo sei bottiglie di Venere?La risposta mi è subito arrivata vedendo l’interesse delle persone che nutrono nei miei confronti e così ho deciso di scrivere nella storia questa giornata, dico sul serio!Scriverla nella storia della mia azienda.Ogni persona che avrebbe acquistato in quel giorno sarebbe entrata per sempre nella storia della mia azienda, come?Molto semplice il suo nome e il suo cognome da ora in poi saranno parte fondamentale della storia della mia azienda . Infatti ho creato delle bacheche distribuite all’interno delle cantine, all’interno dei punti vendita e soprattutto la creazione di una pagina all’interno del mio sito Internet dove i nomi di queste persone resteranno per sempre nella storia grazie al fatto che hanno contribuito a stabilire un record inesistente fino ad ora nel mondo del marketing del vino.Tutto questo però non bastava, non bastava a stabilire il record ho deciso anche che chi avrebbe acquistato in quel giorno avrebbe ricevuto uno di questi due bonus: il primo tre bottiglie della mia produzione in omaggio il secondo una visita guidata in azienda più degustazione.

D.Ok Paolo, ammettiamo che questa come idea è fuori dal comune, mai vista fino ad ora in campo di vino, ma stringendo quali sono stati i veri risultati?

R.I veri risultati sono stati molto differenti dall’immaginato, ma effettivamente l’obiettivo che mi ero prefissato era veramente ambizioso.Sono comunque riuscito in un solo giorno a vendere oltre le 200 bottiglie e questo in ogni caso per la mia azienda è veramente un record.Ci terrai molto, anzi moltissimo a ringraziare tutte le persone che hanno partecipato e visto che loro nomi sono ormai parte integrante della storia della mia azienda vorrei citarli tutti senza tralasciarne nemmeno uno:Tiziano Arecco, Stefano Castaldo, Nicola Villani, Cinzia Morbidelli, Enrico Guglielmi, Marco Salvadori, Andrea Fiaschetti, Maurizio Arena, Jenni Carmen Arone, Vincenzo Rullo, David Brizi, Silvia Piuca, Eliana Divaia, Riccardo Ceron, Cherubini Umberto, Valentina Garon, Giulio Mario Fontana, Vito Delia, Irma Rossanna Guevara.Questi sono i nomi dei partecipanti a questo record, il primo al mondo.

D.Ok Paolo dai, abbiamo capito che il record non è andato come immaginavi ma parlando con te ci sembri comunque molto soddisfatto dei risultati ottenuti.

R.Sì assolutamente, basti pensare che fino a qualche anno fa 200 bottiglie non le vendevamo nemmeno nell’intero anno.

D.Ritornando al discorso della tua scuola di formazione, ti senti pronto per questo mercoledì 27 febbraio?

R.A pochi giorni dall’evento, dico la verità, l’adrenalina si fa di nuovo sentire e l’ansia aumenta il tutto. Ho creato un gruppo WhatsApp dove mi tengo costantemente in comunicazione con i 20 partecipanti per cui grazie a loro riesco ad essere un po’ più tranquillo. Bene, noi torneremo a farti alcune domande non appena passata la data, che ne dici?Dico che vi aspetto così che potrò raccontarvi tutto quello che è successo.