Colle val d’Elsa : i Carabinieri conducono al carcere di Santo Spirito un 51enne palermitano che era agli arresti domiciliari ma aveva  più volte violato gli obblighi impostigli dalla magistratura. Di qui la revoca dei benefici concessigli

Ieri sera i carabinieri di Colle di Val D’Elsa hanno dato esecuzione a un decreto che dispone la revoca del beneficio della detenzione domiciliare, emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Siena nei confronti di un 51enne palermitano, pregiudicato per reati di carattere predatorio. L’uomo condannato per reati di carattere predatorio, ha posto in essere reiterate violazioni degli obblighi impostigli dalla magistratura senese, come documentato dai carabinieri . Per il mancato rispetto di tali prescrizioni  gli sono stati quindi revocati i benefici concessi ; quindi  l’emissione del provvedimento restrittivo  lo ha fatto ricondurre al carcere di Santo Spirito. I carabinieri hanno quindi informato l’autorità giudiziaria mandante dell’avvenuta carcerazione. Le misure alternative alla detenzione in carcere si fondano sulla finalità rieducativa della pena, ma nel momento in cui non sortiscano gli esiti sperati, possono essere revocate, trattandosi di vere e proprie concessioni.