Cortona: Coronavirus e rifiuti ; costi saranno diminuiti per calo rifiuti prodotti in base ad accordi previsti dal Mod per città ad alta vocazione turistica

Importante riconoscimento per il comune di Cortona nell’ambito delle politiche ambientali e dello smaltimento dei rifiuti. Il comune della Valdichiana, insieme con poche altre municipalità, appartenenti all’ambito territoriale dell’Ato rifiuti Toscana sud, ha ottenuto l’inserimento nella compagine dei comuni ad alta valenza turistica. Il risultato è stato ottenuto grazie alle richieste e ai solleciti fatti pervenire alle autorità competenti e rese possibili dal lavoro sinergico tra l’assessorato all’ambiente – assessore Paolo Rossi – e l’ ufficio ambiente, coordinato dall’ingegner Lisa Ortolani.L’inserimento porta con sé una serie di novità di natura tecnica e organizzativa tra le quali, la più importante, è la revisione del Mod (modello organizzativo del servizio).  Cortona è, infatti, da sempre una città a forte vocazione turistica. L’emergenza coronavirus ha determinato un notevole impatto nella diminuzione dei rifiuti prodotti e di conseguenza dei servizi necessari per la loro raccolta. In base agli accordi stabiliti con le autorità di riferimento, il modello organizzativo del servizio sarà ricontabilizzato, con la conseguente diminuzione dei costi imputabili al trattamento e alla raccolta stessa.Soddisfazione da parte dell’assessore all’ambiente del comune di Cortona, Paolo Rossi, e del sindaco, Luciano Meoni, i quali rilevano che l’impegno dell’intera giunta, e del personale tecnico, ha avuto il naturale riconoscimento negli ambiti competenti.