Cortona: la scomparsa di Ivo Faltoni; sindaco Meoni, «Una grande perdita per Cortona». Casucci (Lega). “Ivo Faltoni era la memoria storica del territorio”

All’età di 83 anni, dopo una lunga malattia, è morto Ivo Faltoni. Faltoni, artigiano di professione, era un appassionato di varie discipline sportive, soprattutto quelle ciclistiche, alle quali dedicava, quasi per intero, il proprio tempo libero dal lavoro. Organizzatore di corse, scopritore di talenti, commissario tecnico di nazionali minori in diverse edizioni dei campionati del mondo, ha saputo dare un impulso notevole alla diffusione dello sport delle due ruote nel territorio cortonese e, più in generale, nell’intera provincia di Arezzo. Nel giorno dell’ultimo saluto, il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, lo ricorda con affetto e commozione: «É una grande perdita per Cortona, per il mondo dello sport in generale e per quello del ciclismo in particolare. Ci uniamo al dolore dei familiari e dei parenti nel ricordo di una persona che ha dato tantissimo al nostro territorio».“ Per il Consigliere regionale Marco Casucci (Lega)“Ivo Faltoni era la memoria storica del territorio.  Addio Ivo, lasci un grande vuoto . Era tra le persone a cui più mi sentivo legato da quando, 15 anni fa, mi sono trasferito dalla montagna cortonese. Un protagonista della nostra comunità -sottolinea Casucci- Il ciclismo è stata la sua passione e ha caratterizzato la sua vita. Il fedele meccanico di Gino Bartali, un uomo che dava del “tu” alla bicicletta, di cui conosceva tutti i segreti. Aveva un’energia sconfinata, lo definivamo “infaticabile” e “insuperabile”. Nemmeno la malattia lo ha vinto, perché il suo ricordo rimarrà per sempre, la sua eredità farà da scuola a tanti. Un vulcano di idee e conoscenza. Fra le sue creature, la rievocazione della Terontola-Assisi in formula ciclopellegrinaggio e in omaggio al grande Gino”. Lo ricordo felice di essere stato in Consiglio Regionale nel gennaio 2018 alla presentazione dello spettacolo “Bartali. Il campione e l’eroe”, con Ubaldo Pantani”.