Da Cortona parte la rivoluzione assoluta per la gestione della Tassa di Soggiorno .Il Sindaco Francesca Basanieri annuncia un accordo con il grande portale di prenotazioni turistiche  Airbnb che coinvolgerà tutti i comuni della Toscana.

Il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri  intervenendo  in qualità di responsabile Turismo per ANCI Toscana al convegno “@ttrazione Toscana In Viaggio tra Turismo e Dintorni”, organizzato a Torre del Lago in provincia di Lucca ha annunciato “ una grande ed importante novità che investe tutta la nostra regione e riguarderà anche Cortona. Come Anci abbiamo stretto un accordo con il portale Airbnb, che tra l’altro ha eletto Cortona quale città più accogliente d’Italia, per aiutare i Comuni della regione nella riscossione della tassa di soggiorno”. L’accordo, annunciato assieme ad Alessandro Tommasi, public policy manager di Airbnb Italia, garantirà ai comuni che aderiranno di beneficiare in modo semplice e digitale della riscossione e del versamento dell’imposta, che verrà gestita direttamente dalla società home sharing per tutte le prenotazioni effettuate sulla sua piattaforma.I termini dell’accordo prevedono che laddove non sia prevista l’imposta di soggiorno venga estesa anche alle locazioni brevi. Inoltre il Comune dovrà stipulare un’apposita convenzione operativa con Airbnb, replicabile anche con altre piattaforme online; le piattaforme si sostituiranno ai soggetti ospitanti nella riscossione e riversamento dell’imposta di soggiorno in qualità di agenti della riscossione e quindi, per quei soggiorni prenotati tramite la piattaforma. Questo accordo, che rappresenta una novità assoluta nel suo generee punta a superare la complessità dettata da centinaia di regolamenti esistenti, semplificando l’attivazione del sistema di raccolta automatica dell’imposta di soggiorno per tutti i comuni toscani. Si tratta di una voce di entrate fondamentale sia per la promozione turistica dei Comuni, che per garantire un’equa distribuzione anche sui viaggiatori dei costi dei servizi utilizzati dai turisti, veri e propri ‘cittadini temporanei’ delle nostre città.  “L’accordo con Airbnb – ha concluso FrancescaBasanieri – è nato proprio per rendere utili le nuove forme di accoglienza, facilitando ai Comuni la riscossione della tassa di soggiorno per i pernottamenti che avvengono tramite la piattaforma.Sono particolarmente contenta che questo lavoro sia partito proprio da Cortona, che sempre più sta diventando modello di gestione e qualità di promozione turistica a livello toscano ed italiano.”