Definitivamente approvato il Regolamento dei “Beni Comuni” di Castiglione del Lago. voto unanime del consiglio comunale: La cura dei beni comuni al centro della collaborazione tra istituzioni e cittadini

Approvato definitivamente nel Consiglio comunale del 19 dicembre 2019 il Regolamento dei “Beni Comuni” del Comune di Castiglione del Lago. Dopo essere stato elaborato dalla apposita Commissione Beni Comuni, condiviso tra tutte le forze politiche e discusso nell’ambito di un convegno pubblico, il regolamento è stato approvato con voto unanime. La cura dei beni comuni viene così portata al centro dell’attenzione a Castiglione e si concretizzerà con la virtuosa cooperazione tra istituzioni e cittadini, senza alcuna connotazione partitica.
Alla base di ogni organizzazione generale della società, i beni comuni sono quei beni materiali, immateriali e digitali che la comunità, anche attraverso procedure partecipative, riconosce essere funzionali al benessere individuale e collettivo, anche nei confronti degli interessi delle generazioni future. Tra gli ambiti di intervento, la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade, interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati. In genere si tratta della valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano: spazi pubblici, spazi privati a uso pubblico, ma anche sviluppo e promozione di forme di collaborazione civica nei settori dei servizi sociali, culturali ed economici, della creatività urbana e dell’innovazione digitale. «Sono strumenti che agiscono in modo originale, a volte con risultati inimmaginabili, senza clamore, costruendo fitte reti di solidarietà e di relazioni umane», spiega Rosella Paradisi, Consigliere comunale a Castiglione del Lago e presidente della Commissione Beni Comuni, rapporti con le frazioni e pari opportunità. «L’Italia si ritrova e si riconosce proprio in queste piccole realtà, nei gesti quotidiani che fanno della debolezza una forza, riscattando un Paese con straordinarie risorse umane, culturali e civili. E tutto ciò avviene includendo, integrando e allargando l’esercizio della democrazia a partire da chi si trova ai margini della società o da chi è più fragile».La storia amministrativa del Comune di Castiglione del Lago registra numerose e importanti esperienze di azione diretta dei cittadini, singoli o associati, riconducibili alla forte tradizione della comunità e che trova nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, coordinato dalla relativa Consulta, un punto di riferimento altamente caratterizzante, sia dell’intero territorio che delle singole frazioni. Tra le azioni previste a seguito dell’approvazione del Regolamento, le proposte di creare uno spazio sul sito istituzionale del Comune di Castiglione del Lago, di diffondere un opuscolo informativo destinato alla cittadinanza e al mondo associativo, di costituire un “ufficio di sussidiarietà e partecipazione” trasversale.