Festa 25 aprile: gli impegni della giunta regionale toscana alle celebrazioni per la Liberazione

di Barbara Cremoncini

Tenere viva la memoria della Resistenza e della lotta al nazifascismo per ricordare che libertà e democrazia non sono date una volta per tutte, ma devono essere difese e coltivate ogni giorno. Muove da queste considerazioni l’impegno della Regione in occasione del 25 aprile 2018, Festa nazionale della Liberazione, a sostegno di moltissime iniziative promosse dalle istituzioni e dalla società toscana.A testimonianza di questo impegno il presidente della Regione Enrico Rossi, domani mercoledì 25 aprile, sarà a Poppi, in provincia di Arezzo, per partecipare alle iniziative previste per il 73° anniversario della Liberazione dal nazifascismo; il suo intervento è previsto a partire dalle ore 11.30 presso la località Mezzacosta (a metà strada tra Ponte a Poppi e Poppi).Stefania Saccardi sarà alle 10, insieme al Gonfalone della Regione, alla cerimonia organizzata dal Comune in piazza Santa Croce, a Firenze, con la deposizione di una corona ai caduti; seguirà poi il corteo che si concluderà alle 11 all’Arengario in piazza Signoria.Vittorio Bugli, dalle 9.30 alle 12.30, parteciperà alle celebrazioni organizzate in città dal Comune di Empoli, dalla Collegiata di Sant’Andrea alla piazza Farinata degli Uberti.Vincenzo Ceccarelli rappresenterà la giunta regionale alle celebrazioni di Arezzo, alle ore 10, e alla stazione ferroviaria di Giovi alle ore 12.Federica Fratoni parteciperà alle celebrazioni a Pistoia: a partire dalle 9, porterà i saluti della Regione, assisterà alla deposizione della corona al monumento ai caduti e premiazione vincitori della Maratonina del Partigiano 2018, in piazza della Resistenza.Cristina Grieco sarà a Livorno alle 10 per la deposizione delle corone al monumento ai caduti della guerra in piazza della Vittoria.Stefano Ciuoffo sarà invece a Prato e parteciperà al corteo che parte dalla piazza del Duomo alle 10.30 per arrivare alle 11 in piazza Santa Maria delle Carceri dove sarà deposta una corona ai caduti.Marco Remaschi partecipa alle celebrazioni organizzate dal Comune di Altopascio, in provincia di Lucca, alle 9.30 alla Chiesa di San Rocco in piazza Umberto; da qui partirà la biciclettata della Liberazione con arrivo alle 12.15 al Padule di Fucecchio, dove ci sarà la commemorazione dell’eccidio del Padule.Monica Barni porterà il messaggio della giunta regionale alle 21, a Firenze, al tradizionale concerto organizzato dalla Regione con Orchestra della Toscana, al Teatro Verdi. “Pace & Love – sognando un mondo migliore” è il titolo del programma di quest’anno.Si festeggia e si ricorda anche al cinema La Compagnia, in via Cavour a Firenze, con la proiezione del documentario sul primo accordo salariale che prevedeva la parità uomo-donna, siglato nel 1944 sulle Alpi biellesi.”Il patto della montagna” è il titolo del lungometraggio di Manuele Cecconello e Maurizio Pellegrini, che racconta una storia vera. Sarà proiettato da mercoledì 25 Aprile, ore 19.30, alla presenza degli autori. Il film sarà in programmazione fino a Venerdì 27 Aprile (vedi comunicati).Il Gonfalone della Regione sarà presente stasera a Marignana, nel comune di Camaiore, alla tradizionale cerimonia dalle 20.30 e all’arrivo della fiaccolata della pace, intorno alle 23, proveniente da Sant’Anna di Stazzema, dove sarà anche domani, per la cerimonia prevista per commemorare la Resistenza in Versilia e ricordare l’eccidio avvenuto il 12 agosto del 1944.