Innovativo service dei Lions Club del distretto 108la  che hanno raccolto con una asta on line di vini etichettati con opere di artisti 18.800 euro che saranno donati in beneficenza alla Fondazione Ronald che offre ospitalità ai bambini malati e alle loro famiglie, durante il percorso di cura o di terapia ospedaliera

Si chiama “Ars et Vinum” il service innovativo che ha messo a punto un gruppo di Lions Club del Distretto 108la  per raccogliere fondi con una asta on line di vini etichettati con opere di artisti  che saranno donati in beneficenza alla Fondazione Ronald che offre ospitalità ai bambini malati e alle loro famiglie, durante il percorso di cura o di terapia ospedaliera. Il successo non si è fatto attendere e sono stati raccolti ben 18.800 euro. Ma come si è arrivati a questo traguardo sapendo di non poter organizzare eventi in presenza? Attraverso la creatività e ce lo racconta Daniela Luciani (foto) Presidente del Lions Club di Chiusi. ”Torniamo all’estate 2019, in tempi non sospetti, quando i Presidenti di due Club del Distretto 108la, il LC Montalcino Valli D’Arbia e D’Orcia ed il LC Chiusi, rispettivamente Linda Coppi e Gianfranco Ercolani, – racconta Daniela Luciani – pensano a qualcosa di innovativo che valorizzi il territorio della loro Zona per raccogliere fondi da destinare a chi ne ha bisogno. Opere di artisti e bottiglie di vino pregiato, recanti in etichetta l’opera stessa, riprodotta, per fondersi in un lotto unico, esclusivo, irripetibile. Officer per i due Club, la stessa Coppi ed io, Daniela Luciani, 1° Vice Presidente del LC Chiusi, ci siamo messe subito alla ricerca di autori e bottiglie, nonché Club interessati ad aderire ad un progetto grandioso ed innovativo. Tanti i passaggi: reclutare gli artisti, le cantine, i Club, scegliere la location per l’asta, stabilirne la data, realizzare un catalogo, fare gli inviti, individuare un beneficiario”. Al service rispondono numerosi ed entusiasti a cominciare dai Club LC Chianciano, LC Montalcino La Fortezza, LC Valdichiana I Chiari, LC Cortona Corito Clanis, LC Lucignano e Val D’Esse, LC Cortona Val Di Chiana Host, gli artisti,le cantine,con location Castello Banfi “Poggio alle Mura” di Montalcino e beneficiario Casa Ronald Firenze. “Quando tutto era quasi definito- rammenta sempre Daniela Luciani – lo stop imposto dal lockdown ha congelato tutto. Cambia l’annata lionistica e riprendono anche i lavori, si riparte da dove eravamo rimasti, speranzosi di poter realizzare quanto la pandemia ci aveva impedito di fare ma, non avevamo fatto i conti con un rinfocolarsi del virus con tutte le restrizioni. Ed ecco rientrare in gioco la creatività: “Perchè non organizzare l’asta online?” detto fatto! Accantonata a malincuore la prestigiosa location, con l’aiuto di Casa Ronald Firenze, l’asta è stata realizzata su piattaforma con due banditori d’eccezione, Federico Bresciani, Imprenditore McDonald’s e Past President della Fondazione Ronald McDonald Italia e il Lion Domingo Pace, Presidente della Commissione Permanente della Gioventù Multidistrettuale e Coordinatore Nazionale Campi e Scambi Giovanili”.Il Service sale all’attenzione del Distretto 108la e trova nel Governatore Marco Busini un gran sostenitore dell’evento. A fare gli onori di casa le Presidenti dei due Club ideatori del Service Daniela Luciani per il LC Chiusi e Linda Coppi per il LC Montalcino Valli D’Arbia e D’Orcia. Così la  serata, frizzante e spassosa dall’inizio alla fine grazie ai due banditori/mattatori , ha tenuto incollati gli “spettatori” che non si sono sottratti ai numerosi rilanci, divertendosi ma soprattutto donando per un inatteso e straordinario risultato. I 22 lotti battuti hanno consentito di raccogliere in appena un’ora e mezza, 18.800 euro, una cifra importante che ha ripagato in pieno le energie profuse per l’organizzazione e la realizzazione di un Service che è in grado  di essere ripetuto in più edizioni ma soprattutto di essere esportato in ogni regione d’Italia, dove arte e vini pregiati non mancano!