La provincia di Siena punta sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici grazie ai finanziamenti europei

 “Come attrarre 30 milioni di euro per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici”. È questo il titolo del workshop organizzato dalla Provincia di Siena con il supporto di Terre di Siena Lab, in programma per giovedì 21 novembre in Piazza Duomo a Siena. L’iniziativa, alla quale sono invitati a partecipare tutti i Comuni e gli amministratori della provincia senese, è finalizzata alla condivisione dell’esperienza della Città Metropolitana di Venezia sul percorso di risparmio e sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici grazie al Programma ELENA – European Local Energy Assistance. Il progetto, col quale la Commissione Europea e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) si sono proposte di aiutare gli enti locali degli Stati Membri dell’Unione Europea, mira alla promozione di interventi che riguardano l’efficienza energetica, le energie rinnovabili e il trasporto sostenibile, grazie a un nuovo strumento finanziario dedicato all’assistenza tecnica. L’obiettivo dell’incontro è quello di valutare l’opportunità di proporre un progetto di Area Vasta sull’efficientamento energetico che coinvolga il territorio provinciale.Il programma comincerà con i saluti di benvenuto del Presidente della Provincia di Siena Silvio Franceschelli. A seguire interverranno Alessio Bucciarelli e Massimo Ianniciello, rispettivamente coordinatore e project manager di Terre di Siena Lab, che presenteranno il progetto illustrando i dati preliminari sui consumi energetici del territorio provinciale. Successivamente Massimo Gattolin e Anna Maria Pastore, direttore e funzionario tecnico del servizio Ambiente della Città Metropolitana di Venezia, racconteranno la loro esperienza, che ha coinvolto 25 comuni e sta realizzando l’efficientamento energetico di ben 122 edifici, tra scuole e immobili, attivando 36 milioni di euro di finanziamenti. «Il progetto a sostegno degli investimenti in efficienza energetica e trasporto sostenibile – ha spiegato Tiziano Scarpelli, amministratore unico di Terre di Siena Lab – rappresenta un’ottima opportunità per accompagnare gli enti locali nell’adeguamento ai parametri di emissione europei e produzione di energia da fonti rinnovabili. Grazie a questo strumento, la cui spesa viene finanziata per il 90% dalla BEI, è possibile realizzare analisi energetiche, studi di fattibilità e tutto quello che serve per la predisposizione di bandi di gara relativi all’efficientamento energetico e all’utilizzo di energie rinnovabili negli edifici pubblici».